Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 24, 2019 Last Updated 8:43 AM, Jan 23, 2019

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 foglie grandi di cavolo verza,
  • 250 g di pomodori pelati,
  • 3 spicchi d'aglio,
  • 250 g di ceci lessati,
  • 140 g di orzo perlato,
  • 100 g di parmigiano stravecchio 36 mesi in un pezzo unico,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le foglie del cavolo verza e in abbondante acqua bollente scottarle per 5 minuti scarsi travasandole poi in un acqua fredda, conservare l'acqua di cottura.
  2. Pulire i pomodori pelati dai semi e tagliarli a filettini, sbucciare e tritare l'aglio, metterlo in una pentola per zuppe insieme a 4 cucchiai di olio e rosolarlo velocemente, aggiungere i pomodori e i ceci lasciando cuocere 5 minuti.
  3. Unire l'orzo sciacquato, insaporire brevemente, versare 1,2 l circa di acqua di cottura della verza e cuocere per 35 minuti circa salando poco e solo in ultimo.
  4. Tagliare le foglie di verza in grossi quadrettoni e il parmigiano in scaglie spesse, unirli al minestrone di orzo versando anche altra acqua di cottura della verza se necessario e cuocere a calore basso per altri 5 minuti scarsi, distribuire nei piatti e unire un poco di olio a crudo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 g di farina 0,
  • 60 g di farina integrale,
  • 20 g di fiocchi di avena piccoli morbidi,
  • 2 patate medie,
  • 800 g di erbette o bietoline fresche,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 50 g di nocciole sgusciate e tostate,
  • 150 g di formaggio Stelvio,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare insieme le due farine e metterle a fontana su una spianatoia, aggiungere nel mezzo i fiocchi di avena, 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale e la poca acqua sufficiente a ottenere un impasto morbido e omogeneo da lasciare riposare in frigorifero per 30 minuti.
  2. Sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a cubetti e cuocerle a vapore per 10 minuti abbondanti, mondare le erbette, lavarle con cura e lessarle con la sola acqua di lavaggio per 5 minuti circa.
  3. Scolarle, intiepidirle, strizzarle e tritarle grossolanamente, sbucciare e tritare l'aglio, rosolarlo velocemente in una padella con poco olio, aggiungere le erbette, cuocerle per 5 minuti e trasferirle in un piatto.
  4. Tritare le nocciole e condire le patate insieme a poco olio e sale, saltarle nella stessa padella delle erbette per 5 minuti fino a renderle croccanti e dorate.
  5. Preriscaldare a 200 gradi il forno, dividere in 4 parti la pasta riposata e stenderla in 4 tamponi sottili del diametro di circa 18 cm, rivestire 4 piccole tortiera da 16 cm circa oliate leggermente e e infarinate formando così un bordo di circa 2 cm, in alternativa usare un unica tortiera da 28 cm stendendo tutta la pasta.
  6. Bucare il fondo della pasta stesa pressando i bordi alla tortiera e cuocerla nel forno caldo per 15 minuti circa da sola, quindi sistemare sul fondo le erbette saltate, sopra le erbette il formaggio Stelvio tagliato in piccole e sottili fettine e in ultimo le patate, rimettere in forno per 5 minuti fino a sciogliere parzialmente il formaggio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 20 g di funghi secchi,
  • 160 g di gorgonzola dolce,
  • 50 ml di latte,
  • 4 porri medio piccoli,
  • 20 noci intere,
  • 1 cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato,
  • 4 cucchiai di pangrattato,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 320 g di bavette,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua tiepida per almeno 20 minuti, tagliare il gorgonzola in pezzi e scioglierlo a bagnomaria con il latte.
  2. Togliere la parte verde dei porri, dividerli in due parti per il lungo, lavarli con cura sotto l'acqua corrente e affettarli finemente facendoli rosolare per 10 minuti a fuoco dolce in una padella con 4 cucchiai d'olio d'oliva.
  3. Nel frattempo sgusciare le noci, tritarne grossolanamente i 2/3 e finemente le restanti, scolare i funghi dall'acqua di ammollo e tritarli, aggiungere le noci tritate grosse, i funghi e la metà del prezzemolo tritato al soffritto di porri, mescolare e cuocere per altri 5 minuti.
  4. In un padellino tostare il pangrattato a calore basso per alcuni minuti fino a dorarlo, raffreddarlo e mescolarlo con il prezzemolo rimasto, le noci tritate fini e la buccia di limone.
  5. Lessare in abbondante acqua le bavette, scolarle al dente non troppo asciutte e metterle subito nella padella dei porri lasciandole insaporire brevemente, unire il gorgonzola sciolto e mescolare.
  6. Mettere nei piatti le bavette e cospargerle con la granola di pangrattato aromatizzato decorando con delle noci a piacere.

Gli articoli dello Chef.  

Con ancora un po’ la testa alle feste e la voglia di godere di piatti e cibo in abbondanza ritroviamo il nuovo e bel numero di Cucina Naturale di gennaio.

Si riprende così con gradualità la vita di tutti i giorni tenendo presenti gli obbiettivi di sempre che cercano attraverso il cibo di portare avanti una vita sana.

E di spunti in questo senso nel nuovo numero ce ne sono tanti a cominciare dal nuovo uso di cibi magari rimasti da feste e allegri incontri come lenticchie e frutta secca, a preparazioni e tisane che favoriscono una depurazione naturale, ai consigli pratici di medici e nutrizionisti.

Un insieme di belle cose interessanti di cui potete farvi un’idea dalla presentazione ufficiale in attesa di sfogliare la rivista!!!

 

Cucina Naturale di gennaio: Anno nuovo, vita sana
Iniziamo bene con gli ortaggi! Lo chef vegetariano Davide Larise ci ha preparato un menu di stagione ricco di verdure, a iniziare dall’antipasto con la zucca cotta in 3 modi diversi che potete ammirare in copertina.
Ma gennaio è tante cose. È Capodanno, e oltre al menu chic potete proporre zuppe di lenticchie portafortuna, in 4 diverse varianti proposte dalla nostra Carla Barzanò. È Epifania, e Valentina Scannapieco ha preparato golosi dolcetti fai da te per realizzare la calza più originale. È riciclo, in un certo senso, della frutta secca a guscio che si acquista sempre in abbondanza e sempre resta, che la cuoca Diletta Poggiali ha trasformato in piatti salati, creme e paté.
Gennaio è anche il momento per riprendersi dai probabili eccessi dei pasti delle feste, e in questo ci aiutano la farmacista e cuoca Roberta Rossi Brunori, che ci racconta come depurare l’organismo, e la dietista e giornalista Barbara Asprea, con la sua dieta settimanale di stagione, e anche la cuoca Paola Galloni, che ha preparato dei dolci leggeri al miele.
Marianna Franchi come sempre aiuta le amanti del pane fatto in casa con un servizio dall’eloquente nome Impasta oggi e cuoci domani che spiega come dividere su più giorni la realizzazione, venendo incontro a chi lavora e ha poco tempo.
Tanti approfondimenti poi, a partire dalla rubrica della fitoterapeuta Nadia Gulluni; si parla di microbiota e dimagrimento e di semi di zucca nella cosmesi casalinga.
Troverete l’articolo del dottor Luca Speciani sulla salute dello stomaco, un articolo su come si sta modificando l’agricoltura in funzione dei cambiamenti climatici e un altro sul food delivery veg.
Il vip del mese è lo chef Filippo La Mantia e il viaggio ci porta a Cortina.

 

Cucina Naturale è disponibile in edicola (a 3,40 euro) o in abbonamento nella tradizionale versione cartacea, oppure in PDF, sempre a 3,40 euro, per una comoda e immediata lettura e archiviazione su supporti digitali.

Lunedì 14 gennaio lo Chef Giuseppe Capano sarà a Roma nel primo pomeriggio per presentare il nuovo libro “Semplicità in cucina” all'interno di Evoluzione- percorsi per l'extravergine di qualità- che si terrà all'Hotel Parco dei Principi di Roma, nei pressi di Villa Borghese. Un occasione per chi ne avrà la possibilità di incontrare dal vivo l’autore e riservarsi una copia firmata del bel libro!

 

Come nella scorsa edizione anche quest'anno a Evoluzione verrà dato spazio alla presentazione di un libro per condividere momenti di riflessione sull'olio.
L'invito è stato rivolto a Giuseppe Capano, chef di grande esperienza e autore di molte pubblicazioni sia sull'olio che sulla cucina naturale centrata sulla ricerca della salute e del benessere, attraverso una corretta alimentazione. Lo chef parteciperà a un incontro con Maurizio Pescari per presentare il suo ultimo libro “Semplicità in cucina”-edito da Tecniche Nuove- e raccontare l'impostazione della sua idea di cucina, secondo la quale la scelta della materia prima si accompagna sempre a quella delle tecniche di lavorazione e dei metodi di cottura più adeguati. L'autore suggerirà alcune ricette contenute nel libro che utilizzano “ingredienti di base universali conservati in dispensa” (come le spezie, le erbe aromatiche, i semi ecc) con l'aggiunta anche di un solo ingrediente fresco.

- L'appuntamento è a Evoluzione il 14 Gennaio con i "dialoghi sull'olio" alle ore 14:30, Hotel Parco dei Principi di Roma, nei pressi di Villa Borghese, nella grande sala riservata ai banchi di assaggio presso il Salotto dell'Olio.
Non serve prenotarsi per assistere ai dialoghi.
Basta accreditarsi all'evento al seguente link, semplice e veloce

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSd3vJb6ep8SySDNgqjLjW5_1E_kGn6Xuqy5ciZ9pTsbu8PCoA/viewform

Per altre informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 grandi cipolle rosse,
  • 2 carote medie,
  • 6 coste singole di sedano,
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato,
  • 100 g di lenticchie verdi piccole tipo Castelluccio,
  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 120 g di riso jasmine o basmati,
  • 8 pomodori secchi sottolio,
  • 1 cucchiaino di semi di papavero,
  • 300 g di spinaci freschi,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le cipolle rosse, pulire le carote, lavare con cura il sedano, riunire tutte le verdure e tagliarle in piccoli pezzi, metterle in una pentola per zuppe insieme a 3-4 cucchiai d'olio e rosolarle a calore basso e pentola coperta per 10 minuti circa.
  2. Nel frattempo preparare lo zenzero, sciacquare le lenticchie e aggiungere i due ingredienti insieme alle foglie di alloro al soffritto di verdure, insaporire 5 minuti, bagnare con 1 l abbondante di acqua calda e cuocere per almeno 30 minuti.
  3. Mettere il riso jasmine in una pentola con 250 ml di acqua e lasciarlo cuocere per 10 minuti abbondanti fino a che non assorbe tutto il liquido, solo in ultimo salarlo e insaporirlo con i pomodori sottolio tritati grossi e i semi di papavero leggermente tostati in padella.
  4. Negli ultimi 2-3 minuti di cottura aggiungere al minestrone di lenticchie gli spinaci lavati e spezzettati e regolare di sale, distribuire nei piatti e mettere in mezzo il riso jasmine.

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 g di farina bianca,
  • 75 g di farina integrale,
  • 400 g di cuore di verza, spinaci, erbette o altri ortaggi,
  • 2 piccoli porri,
  • 100 g di tofu,
  • 40 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare insieme le due farine con un pizzico di sale e disporle a fontana su una spianatoia, impastarle con 2 cucchiai di olio e la poca acqua fredda necessaria ottenere un impasto morbido da lasciare riposare per almeno 30 minuti.
  2. Nel frattempo mondare la verza e lavarla con cura, affettarla grossa, metterla in una pentola con poca acqua e cuocerla per 10 minuti, scolarla, intiepidirla e strizzarla parzialmente.
  3. Mondare i porri dalla parte sommitale verde, dividerli a metà per il lungo, lavarli e affettarli, rosolarli per 10 minuti in una padella dal fondo pesante insieme a 3 cucchiai di olio, aggiungere la verza, salarla e insaporirla per 5 minuti.
  4. Intiepidire la verdura e frullarla con il tofu fino a ottenere una crema uniforme, mettere le mandorle in una teglia rivestita con carta da forno e tostarle nel forno caldo a 160 gradi per 5 minuti.
  5. Stendere l'impasto a 2 mm circa e ricavare una serie di tamponi del diametro di 8 cm circa, mettere nel mezzo un cucchiaino di crema di erbette e 1 mandorla, chiudere a metà e sigillare i bordi con i rebbi di una forchetta.
  6. Trasferire i piccoli panzerotti nella stessa teglia delle mandorle e cuocerli nel forno caldo a 180 gradi per 10-15 minuti, intiepidirli e servirli da soli come aperitivo o accompagnati da una crema o salsa di verdure stagionali.

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 g di funghi porcini secchi,
  • 1 cespo di cavolfiore,
  • 700 g di cicoria catalogna,
  • 200 g di formaggio asiago fresco o altro simile,
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo nero,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua tiepida, mondare il cavolfiore dividendole a cimette e recuperando tute le foglie non troppo fibrose possibili, affettare le foglie e lavare le cimette.
  2. Lavare con cura la cicoria e tagliarla in piccoli pezzi, metterla in una pentola per zuppe insieme alle foglie di cavolfiore e 1 l circa di acqua, portare a ebollizione, salare leggermente e unire i funghi secchi tritati grossolanamente.
  3. Cuocere per circa 15 minuti, aggiungere le cimette di cavolfiore intere o tagliate in 2-3 parti se grosse, continuare la cottura per altri 10 minuti scarsi.
  4. Tagliare il formaggio asiago in sottili dadini, regolare la densità del minestrone e distribuirlo in 4 fondine, aggiungere il formaggio e coprire con dei piatti lasciando sciogliere parzialmente il formaggio per 5 minuti, completare con i semi di sesamo nero e un poco di olio a crudo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo limone,
  • 40 g di cioccolato fondente,
  • 5 kiwi,
  • 2 cucchiai di zucchero di canna,
  • 25 g di arachidi salate sgusciate,
  • 3 arance,
  • zucchero a velo

Preparazione

  1. Lavare il limone, asciugarlo e grattugiare un cucchiaino della buccia, spremere il succo, sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.
  2. Lavare per precauzione prima i kiwi in modo da eliminare l’eventuale peluria volante della buccia e pelarli, tagliarli a fette e metterli in una ciotola proteggendoli con alcune gocce di succo di limone.
  3. Sciogliere in un pentolino lo zucchero di canna con 4 cucchiai di acqua scaldando il tutto brevemente, aggiungere la buccia del limone e lasciare brevemente raffreddare.
  4. Versare lo sciroppo sui kiwi, mescolare e lasciare marinare per 30 minuti circa, quindi frullare molto brevemente in modo da non frantumare i semi neri, solo il tempo di ridurre in salsa verde i kiwi.
  5. Tritare grossolanamente le arachidi salate, sbucciare a vivo le arance e tagliare i singoli spicchi, stendere la salsa di kiwi nei piatti e intorno distribuire gli spicchi d’arancia.
  6. Mettere nel mezzo le arachidi tritate e colare sopra a filo il cioccolato fondente, completare con poco zucchero a velo e servire subito.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccole uova,
  • 80 g di pangrattato,
  • 60 g di barbabietola lessata e pulita,
  • 350 g di ricotta fresca compatta e poco cremosa,
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 125 g di farina bianca,
  • 1 cucchiaio di semi di papavero,
  • 20 foglie di salvia fresca,
  • farina bianca e pangrattato di riserva,
  • olio extravergine d'oliva,
  • pepe,
  • sale

Preparazione

  1. Sbattere le uova con poco sale e pepe, il pangrattato e la barbabietola frullata e ridotta in crema, aggiungere la ricotta e dopo averla amalgamata incorporare la farina e il parmigiano formando un impasto morbido ma sodo e asciutto, se dovesse risultare ancora troppo molle per via di una ricotta ricca d'acqua unire un altro poco di farina o pangrattato.
  2. Infarinando le mani con poca farina prelevare poco impasto per volta e formare dei piccoli gnocchi rotondi da sistemare su un vassoio.
  3. In una larga padella tostare prima i semi di papavero per 2-3 minuti, metterli in disparte e successivamente scaldare a calore basso per altri 2-3 minuti con 4-5 cucchiai d'olio le foglie di salvia lavate.
  4. Lessare in abbondante acqua bollente salata gli gnocchi per circa 5 minuti circa a seconda della consistenza, scolarli con una schiumarola e lasciarli insaporire brevemente nella padella con olio, salvia e papavero.

Ultimi articoli

Alimentazione e aumento dei casi di cancro del colon-retto nei giovani Americani

Alimentazione e aumento dei casi di canc…

17-09-2018 Tumori

Negli Stati Uniti il preoccupante aumento della co...

L’evoluzione del percorso per una cucina a crudo

L’evoluzione del percorso per una cuci…

08-09-2018 Cucina e condimenti a Crudo

Proseguendo nel percorso di esplorazione di una st...

La frittura nelle sua veste corretta

La frittura nelle sua veste corretta

06-09-2018 Friggere bene

Con la frittura siamo di fronte alla cottura forse...

Libri in Primo Piano

Friggere bene

Friggere bene

Maggio 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il frit...

100 cibi in conserva

100 cibi in conserva

Agosto 01, 2007

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Questo ...

Prevenire il cancro a tavola

Prevenire il cancro a tavola

Gennaio 01, 2013

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non è ...

Le ricette del mese

Minestrone di orzo, ceci e verza al parmigiano

Minestrone di orzo, ceci e verza al parm…

23-01-2019 Minestre e Zuppe

Ingredienti per 4 persone: 12 foglie grandi di ...

Quiche a porzione con erbette, formaggio Stelvio e patate nocciolate

Quiche a porzione con erbette, formaggio…

20-01-2019 Focaccie, Snack e Torte salate

Ingredienti per 4 persone: 120 g di farina 0, ...

Bavette con salsina di porri, funghi, noci e granola al limone

Bavette con salsina di porri, funghi, no…

15-01-2019 Primi

Ingredienti per 4 persone: 20 g di funghi secch...

Invito alla Lettura

Il Cucchiaino d'Argento - Vol 1 da 0 a 5 anni

Il Cucchiaino d'Argento - Vol 1 da 0 a 5…

09-01-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

100 pappe e piattini golosi Abbiamo letto con att...

Il gusto e la salute

Il gusto e la salute

20-11-2015 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Mangiare sano per vivere bene. È un libro che si...