Ti trovi qui:Home»Gusto e Benessere»Pesce & Vedure»L'aumento di peso post vacanze e la sua gestione preventiva

L'aumento di peso post vacanze e la sua gestione preventiva

Martedì, 05 Settembre 2017 09:18 Scritto da 
L'aumento di peso post vacanze e la sua gestione preventiva - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Consigli e direttive utili, come l'interazione positiva tra ortaggi e prodotti del mare.

Durante le vacanze è normale abbassare l'attenzione su tutti quegli aspetti che durante il resto dell'anno teniamo sotto controllo in maniera sistematica come ad esempio quello legato all'alimentazione e alla dieta.

Che di fatto è il più soggetto a eccezioni e stravizi con un riflesso doppio, da un lato il grande piacere di lasciarsi andare e godere di quello che ci sembra il meglio da consumare a livello organolettico e di godimento puro.

Dall'altro le conseguenza dirette del peso, che generalmente aumenta, e sulla salute che risente (anche se magari brevemente) dello stress dovuto a un maggiore lavoro di smaltimento.

Una fotografia accurata di questa tendenza naturale è stata evidenziata in una recente ricerca americana pubblicata su Physiology & Behavior dove si è messo in luce come mediamente l'aumento di peso si attesti intorno ai 3-400 grammi a settimana.

Un aumento in apparenza insignificante tanto che dalla maggior parte delle persone viene molto sottovalutato forti della convinzione che sia poi facile recuperare la situazione anomala.

Penne con zucchine vongole e pomodori al profumo di erbe aromatiche 700x500 CSCosa che in realtà nel post vacanza al rientro nella vita di tutti i giorni avviene solo parzialmente con la conseguenza di rinforzare in negativo la massa grassa e adiposa subendo riflessi a volte rilevanti sulla sfera psicologica, fisica e ormonale.

Dalla ricerca si è visto che a poco vale aumentare l'attività fisica durante le vacanze sperando di compensare gli eccessi anche perché l'aumento di questa attività cessa immediatamente al rientro.

Interessanti invece i riflessi su altri aspetti di salute, qui la vacanza e il relax offrono l'opportunità di migliorare ad esempio la pressione arteriosa che si stabilizza su livelli ottimali a meno di anomalie congenite.

Il periodo di stacco dalle normali attività è quindi molto importante e aiuta la salute se facciamo attenzione a non "sprecare" questa parentesi piacevole alterando la componente alimentare della dieta.

Il segreto è la moderazione e il saper dirottare esigenze di solito soddisfatte solo a tavola sui tanti altri aspetti della vacanza ricchi di positività.

Limitare gli elementi più invasivi a livello di carico energetico, riconducibili quasi totalmente all'eccessiva presenza di zuccheri in bibite, alimenti raffinati, piatti pronti con riflessi diretti sulla glicemia e l'accumulo di grassi.

Giocare nelle normali porzioni di piatti classici con le dosi, ad esempio in un piatto di pasta limitare quest'ultima e abbondare con le verdure unendo magari elementi gratificanti come il pesce, come succede in questo eccellente primo piatto!!!

 

Fonte: Corriere della Sera – Nutrizionista Carla Favaro

Vota questo articolo
(1 Vota)
Google Plusfacebooktwitterflickrfeedcontattinewsletter

Il libro e le ricette

Pesce e Verdure

Un'unione gustosa e salutare Descrizione: 28 pesci, Tutte le verdure, 112 ricette di antipasti, primi, secondi o piatti unici.Per scoprire gli abbinamenti pi

Cannoli farciti con gallinella, vongole e zucchine

Ingredienti per 4 persone: 600 g di vongole 1 uovo 175 g di pasta sfoglia pronta 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata 4 pomodori ramati 250 g di

Infornata di sarde con farcia di pane e peperone

Ingredienti per 4 persone: 1 kg di sarde fresche o preferibilmente 8 grandi sarde singole, 1 grande peperone rosso, 2 spicchi d'aglio, 2 zucchine medie,

media partner

partner-tecnichenuove partner-cucinanaturale partner-aiab partner-corriere-della-sera partner-olioofficina partner-olioofficinaff partner-legambiente partner-festambiente partner-cambiamenu partner-mandacaru

Facebook