Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 22, 2021 Last Updated 12:00 AM, Sep 16, 2021

Un dessert realizzato con dei legumi sembra a prima vista una provocazione fine a se stessa se non fosse che in molte culture alimentari del mondo questa combinazione in apparenza strana è stata seguita con grande successo.

Nell’area asiatica con l’utilizzo degli azuki ad esempio con cui si realizzano molte specialità, ma anche nelle Americhe dove con diverse tipologie di fagioli si realizzano intriganti dolcetti.

La base del nostro dessert sono le ottime lenticchie rosse decorticate che hanno in partenza il vantaggio di essere senza buccia e tendenzialmente dolciastre quindi ben plasmabili in un dolce a cui vengono abbinati aromi calibrati, intensi e profumati per un delicato composta completato ed esaltato alla fine dal cioccolato fondente, provare per credere e ricredersi!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di lenticchie rosse decorticate tenute a bagno per 2 ore,
  • ½ l di bevanda vegetale all’avena,
  • 50 g di zucchero di canna,
  • 1 cucchiaino di buccia d’arancia grattugiata,
  • un pizzico di vaniglia in polvere,
  • ½ cucchiaino circa di agaragar,
  • 1 cucchiaino raso di maizena,
  • 1 arancia,
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave,
  • 40 g di cioccolato fondente

Preparazione

  1. Scolare molto bene le lenticchie dalla propria acqua e metterle in una pentola insieme alla bevanda di avena, lo zucchero, la buccia d’arancia e la vaniglia, cuocerle a calore basso per 40 minuti circa fino a farle diventare ben morbide e sfatte, mescolandole di frequente.
  2. Sciogliere in poca acqua l’agaragar mescolata con la maizena, frullare le lenticchie in crema, aggiungere gli addensanti e a calore basso cuocere per altri 2 minuti scarsi, trasferire in 4 formine da budino del diametro di 5-6 cm e lasciare raffreddare per circa 2 ore.
  3. Nel frattempo tagliare l’arancia in mezze fette molto sottili, metterle in una larga padella insieme allo sciroppo d’agave e cuocerle per 2-3 minuti a calore molto alto lasciandole leggermente caramellare.
  4. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, immergere le formine esternamente in acqua bollente per pochi secondi e sformarle su 4 piatti da dessert, mettergli intorno le fettine di arancia e decorare con il cioccolato sciolto colato a filo.

Una terrina abbastanza classica nella sua struttura e combinazione di uova e formaggi che vede però protagonisti ortaggi meno usuali del solito, potremmo dire visti come meno nobili da alcuni.

Noi crediamo invece che siano ottimi ingredienti per questo tipo di preparazione e che il loro aroma complessivo sia un gustoso contraltare alla personalità forte della fontina.

Senza dimenticare il bel tocco di colore rilasciata dai ravanelli rossi e la non invasiva presenza dello zenzero secco abbinato al pepe!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 grandi finocchi,
  • 400 g di bietole giovani,
  • 12 ravanelli rossi,
  • 180 g di fontina,
  • 8 uova,
  • zenzero in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i finocchi dalle sommità barbose e dalla foglia più esterna e dura, dividerli a metà, lavarli aprendo leggermente le foglie, eliminare l'acqua in eccesso e tagliare ogni metà in 8 spicchi.
  2. Disporli in un cestello e cuocerli a vapore per 10 minuti, lavare con cura le bietole, lessarle per 5 minuti in poca acqua leggermente salata, scolarle e una volta fredde strizzarle dall'acqua in eccesso e tritarle grossolanamente.
  3. Nel frattempo lavare i ravanelli e tagliarli a fette, tagliare la fontina in piccole fette, oliare leggermente delle piccole pirofile ovali da 14x10 cm circa o una pirofila ovale unica da 30x20 cm circa.
  4. In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale e una macinata di pepe, condire i finocchi con poco olio, sale e un poco di zenzero in polvere disponendo 6 spicchi per ogni pirofila ovale, negli spazi vuoti disporre invece le bietole tritate e i ravanelli a fettine.
  5. Versare le uova sbattute e solo in ultimo adagiarvi sopra le fettine di formaggio, cuocere nel forno caldo a 180 gradi per 20 minuti (30-35 se si usa una terrina grande unica) fino a dorare la superficie e prima di servire lasciare assestare 10 minuti nel forno spento.

L’uso di abbinare i frutti invernali e in particolare gli agrumi con verdure e ortaggi di rispettiva stagionalità è tipico di un po’ tutte le cucine regionali del sud Italia.

Ancora più nello specifico quelle in cui arance, clementine, limoni, mandarini, bergamotti, chinotti crescono in maniera rigogliosa e allo stesso tempo il clima mite consente buoni raccolti di gustosi e colorati vegetali.

Probabilmente l’abbinamento più conosciuto è quello tra finocchi e arance, ma altrettanto valida è l’accoppiata con la famiglia dei cavoli come i broccoletti presenti in questa ricetta completati in maniera perfetta da olive nere, mandorle e il magnifico profumo di origano!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di cimette di broccoletti,
  • 2 arance,
  • 80 g di olive nere,
  • 40 g di scaglie di mandorle,
  • succo e buccia grattugiata di ½ limone,
  • poco prezzemolo tritato,
  • origano,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare, dividere in piccoli pezzi e lessare le cimette di broccoletti per 5 minuti abbondanti fino a renderle croccanti, travasarle con una schiumarola in acqua fredda e conservare la loro acqua di cottura per un brodo vegetale o per lessare della pasta.
  2. Sbucciare le arance, dividerle in spicchi e tagliare ogni spicchio in 2-3 parti, in una ciotolina formare una veloce salsina mescolando con cura il succo e la buccia di limone, il prezzemolo, un pizzico di origano e 2-3 cucchiai di olio.
  3. Tagliare le olive nere a metà, tostare leggermente in una piccola padella le scaglie di mandorle per 4-5 minuti a calore basso e raffreddarle.
  4. Mettere i broccoletti in una ciotola salandoli poco, aggiungere le olive e le arance mescolando delicatamente, condire con la salsina al limone e solo in ultimo unire le mandorle tostate, quindi distribuire in 4 coppette o piattini e portar ein tavola.