Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Dec 05, 2021 Last Updated 11:03 AM, Dec 5, 2021

L’incontro trail riso e il pesce è sempre una bella esperienza sensoriale che con i dovuti accorgimenti porta con se anche aspetti nutrizionali e di salute molto interessanti e benefici.

Il riso protagonista è la profumata varietà Basmati che viene arricchita prima dalle carote e poi resa croccante dagli ottimi semi di papavero e dalle mandorle tostate che portano anche un bel carico di piacevoli aromi.

Il tutto viene accompagnato dal pesce e da un gustosa salsa al curry per un più completo quadro nutrizionale, il pesce è da scegliere in realtà in base alla disponibilità del momento ed è per questo che vengono già da subito indicate due possibili alternative!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccoli cipollotti freschi,
  • 1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato,
  • 2 piccole patate,
  • 1 carota medio grande,
  • 600 g di rana pescatrice o pesce spada già puliti,
  • 2 bicchieri circa di latte,
  • 200 g di riso basmati,
  • 400 ml di brodo vegetale,
  • 1 cucchiaio abbondante di semi di papavero,
  • 40 g di mandorle in scaglie,
  • ½ cucchiaino di curry in polvere,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i cipollotti conservando parte delle sommità verdi, inciderli in due per il lungo fermandosi prima della radice finale, lavarli bene e affettarli finemente, preparare il rosmarino, sbucciare le patate, lavarle, tagliarle in piccoli pezzi e conservarle coperte d'acqua fredda.
  2. Pulire e grattugiare la carota, tagliare il pesce a dadini, condirlo con il rosmarino e poco olio, rosolarlo per meno di 10 minuti a calore medio basso in una padella, trasferirlo in una ciotola e conservarlo al caldo, con il fondo di cottura rimasto rosolare per pochi minuti anche le carota.
  3. Mettere in un padellino i cipollotti, poco olio e un pizzico di sale, lasciare imbiondire la verdura per 5 minuti abbondanti, aggiungere le patate scolate dall'acqua, abbassare la fiamma, coprire e cuocere per altri 15-20 minuti circa, bagnando quando necessario, con poco latte.
  4. Nel frattempo in una casseruola portare a ebollizione il riso con il brodo o semplice acqua fredda, abbassare la fiamma, coprire parzialmente e cuocere per 10 minuti abbondanti lasciando assorbire dal cereale tutto il liquido, tostare i semi di papavero in un padellino a fuoco basso per 10 minuti circa e le scaglie di mandorle nel forno caldo a 160 gradi per più di 5 minuti.
  5. Frullare le patate con il curry e il latte sufficiente a ottenere una salsina cremosa, condire il riso caldo con le carote, i semi di papavero e le mandorle finemente sbriciolate, pressarlo all'interno di 4 piccoli stampi a ciambella leggermente oliati e dopo 5 minuti sformarlo al centro dei piatti.
  6. Versare nel mezzo delle ciambelline la salsa al curry e presentare il pesce mettendo i dadini direttamente sulla ciambella, in alternativa formare con normali stuzzicadenti dei piccoli spiedini e disporli intorno o ai lati del riso decorando a piacere.

L’impasto dei gnocchi di patate si presta a tante ottime varianti in cui magari compensare almeno un poco con elementi di salute più rilevanti il suo sostanzioso impatto glicemico.

Per questo motivo gnocchi di questa composizione non vanno consumati molto spesso, ma quando è possibile vale davvero la pena di trovare soluzioni di gusto, piacere e benessere.

Qui aiutano in parte i sani pistacchi, ma più che altro la ricetta voleva celebrare un buon formaggio molto particolare come la caciotta al timo prodotto in alcune aree di montagna e proprio il timo presente in veste doppia è l’altro elemento prezioso che troviamo in questa ricca ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 750 g di patate a pasta bianca possibilmente di uguali dimensioni,
  • 2 cipolle bianche,
  • 2 foglie di alloro,
  • 1 mazzetto di timo fresco,
  • 125 g di caciotta al timo,
  • 150 g di pistacchi,
  • 225 g di farina bianca,
  • poco latte,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere le patate lavate in una casseruola, coprirle di acqua fredda e dal momento dell'ebollizione lessarle per 20-25 minuti circa fino a renderle tenere ma non sfatte.
  2. Sbucciare le cipolle e tagliarle in sottili spicchi, metterle in una padella dal fondo spesso insieme a 4 cucchiai di olio e le foglie di alloro lavate, salare leggermente, coprire e rosolare a calore basso per 15-20 minuti fino a rendere tenera la cipolla, se serve bagnare con poca acqua.
  3. Lavare e asciugare il timo fresco, sfogliarlo completamente, tagliare la caciotta in piccoli dadini, togliere le foglie di alloro dalle cipolle e aggiungere la caciotta, sempre a fuoco basso lasciarla sciogliere delicatamente, frullare cipolle e formaggio allungando con il latte sufficiente a ottenere una salsina.
  4. Unire il timo fresco, trasferire in un pentolino e scaldare per meno di 1 minuto regolando di sale, spegnere e conservare al caldo.
  5. Sgusciare i pistacchi togliendo se possibile anche la pellicina interna, frullarli fino a ridurli in polvere, sbucciare le patate ancora calde e passarle allo schiacciapatate raccogliendo la purea su una spianatoia, aggiungere i pistacchi, un pizzico di sale e la farina, impastare velocemente gli ingredienti senza lavorarli a lungo.
  6. Dividere la pasta in piccoli pezzi, arrotolarli con le mani formando dei rotoli simili a salsicce, tagliarli in cubetti lunghi 1 cm circa, infarinarli e stenderli su un vassoio a riposare.
  7. Gettarli in abbondante acqua bollente salata e lessarli fino a che non ritornano a galla, scolarli con una schiumarola adagiandoli nei piatti già ricoperti con la salsina al timo, decorare con altri pistacchi, rametti di timo e la stessa salsa di formaggio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 grande peperone rosso e 1 giallo,
  • 1 mazzetto di menta fresca,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 2 zucchine medie,
  • 2 patate medie,
  • 2 cipolle rosse,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 3-4 cucchiai di aceto di vino,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccole carote,
  • 2 foglie di alloro,
  • 400 g di fagiolini freschi,
  • 3 patate medie a pasta bianca,
  • 1 zucchina media,
  • 1 mazzetto di erba cipollina fresca,
  • 100 g di farina integrale,
  • 100 g circa di lenticchie cotte,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • olio extravergine d'oliva,
  • pepe bianco in grani,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 g di farina 0,
  • 60 g di farina integrale,
  • 20 g di fiocchi di avena piccoli morbidi,
  • 2 patate medie,
  • 800 g di erbette o bietoline fresche,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 50 g di nocciole sgusciate e tostate,
  • 150 g di formaggio Stelvio,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare insieme le due farine e metterle a fontana su una spianatoia, aggiungere nel mezzo i fiocchi di avena, 3 cucchiai di olio, un pizzico di sale e la poca acqua sufficiente a ottenere un impasto morbido e omogeneo da lasciare riposare in frigorifero per 30 minuti.
  2. Sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a cubetti e cuocerle a vapore per 10 minuti abbondanti, mondare le erbette, lavarle con cura e lessarle con la sola acqua di lavaggio per 5 minuti circa.
  3. Scolarle, intiepidirle, strizzarle e tritarle grossolanamente, sbucciare e tritare l'aglio, rosolarlo velocemente in una padella con poco olio, aggiungere le erbette, cuocerle per 5 minuti e trasferirle in un piatto.
  4. Tritare le nocciole e condire le patate insieme a poco olio e sale, saltarle nella stessa padella delle erbette per 5 minuti fino a renderle croccanti e dorate.
  5. Preriscaldare a 200 gradi il forno, dividere in 4 parti la pasta riposata e stenderla in 4 tamponi sottili del diametro di circa 18 cm, rivestire 4 piccole tortiera da 16 cm circa oliate leggermente e e infarinate formando così un bordo di circa 2 cm, in alternativa usare un unica tortiera da 28 cm stendendo tutta la pasta.
  6. Bucare il fondo della pasta stesa pressando i bordi alla tortiera e cuocerla nel forno caldo per 15 minuti circa da sola, quindi sistemare sul fondo le erbette saltate, sopra le erbette il formaggio Stelvio tagliato in piccole e sottili fettine e in ultimo le patate, rimettere in forno per 5 minuti fino a sciogliere parzialmente il formaggio.