Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

May 19, 2022 Last Updated 8:16 AM, May 17, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di rosolaccio dei campi o altra erba selvatica a scelta,
  • 2 porri piccoli,
  • 1 grande manciata di foglie di salvia fresca,
  • 40 g di mandorle sgusciate,
  • 300 g di ricotta fresca,
  • 100 g circa di farina integrale,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare con molta cura il rosolaccio eliminando radici, terra e foglie appassite, metterlo in una pentola con poca acqua e lessarlo per almeno 5 minuti.
  2. Quando appassito e pronto scolarlo e lasciarlo intiepidire, quindi strizzarlo in dall’acqua in eccesso e tritarlo grossolanamente.
  3. Mondare i porri e affettarli finemente, rosolarli per 10 minuti abbondanti in una padella insieme a 2 cucchiai di olio, la metà delle foglie di salvia e un pizzico di sale, aggiungere il rosolaccio e lasciarlo insaporire per 5 minuti.
  4. Tostare le mandorle in un pentolino per 5 minuti circa a calore basso mescolandole spesso, raffreddarle e tritarle, raffreddare il rosolaccio e mescolarlo con la ricotta, la farina integrale e la buccia di limone.
  5. Se l’impasto risulta troppo morbido aggiungere altra farina, quindi formare dei piccoli gnocchetti tondi e stenderli su un vassoio.
  6. Lessarli per 2-3 minuti circa in abbondante acqua bollente salata, nel frattempo in un padellino rosolare l’aglio sbucciato tagliato a fettine con la salvia rimasta e 3 cucchiai di olio.
  7. Scolare i gnocchetti con una schiumarola disponendoli direttamente nei piatti e condirli con l’olio profumato e le mandorle tritate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo mazzetto di erba cipollina fresca,
  • 1 limone,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 cucchiaino di foglioline di maggiorana fresca,
  • 2 piccoli avocadi ben maturi,
  • 12 pomodorini a ciliegia,
  • 1 melone estivo medio grande,
  • tabasco,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale.

Forse può sorprendere qualcuno, ma da tempo la ricerca ha messo in evidenza come molte delle sostanze contenute nelle carote, prima fra tutte la famiglia dei caroteni, vengono assimilate meglio dall’organismo quando l’ortaggio è consumato dopo una corretta cottura come quella a vapore.

Comprensibilmente si tenderebbe a pensare che non ci sia nulla di meglio che un consumo a crudo di un ortaggio fresco e colorato come la carota, non un errore naturalmente il punto è che alcune sostanze come dire scivolano via se non intrappolate con un processo di modifica strutturale dato dalla cottura.

Questa ricetta è quindi un ottimo esempio di consumo delle carote, cotte con equilibrio a vapore sono valorizzate dai sapidi capperi (e niente sale in più) e dalla profumata menta fresca con cui si realizza un ottimo olio da condimento perfetto per tanti altri ortaggi stagionali!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 cucchiai di capperi di pantelleria sotto sale,
  • 1 mazzo di menta fresca,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 6 carote medie,
  • aceto di mele preferibilmente invecchiato,
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Lavare con molta cura i capperi dal sale passandoli in acqua più volte, ma senza esagerare, devono essere eliminati i grani di sale e resi i capperi meno forti a livello di sapidità senza per questo sminuire troppo le loro caratteristiche organolettiche anche perché non si userà ulteriore sale per le carote.
  2. Pulire la menta separando i gambi dalle foglie, lavare con cura entrambi e asciugare bene le foglie, mettere invece i gambi in una pentola che possa ospitare un cestello per la cottura a vapore insieme e 1-2 bicchieri di acqua e portare lentamente a ebollizione.
  3. Pulire le carote e tagliarle in bastoncini, disporle in un cestello e cuocerle a vapore con l’acqua profumata alla menta per circa 5-10 minuti in base alle dimensioni.
  4. Sbucciare l’aglio e tritarlo finemente con le foglie di menta e i capperi, subito dopo mescolare il trito con 3-4 cucchiai di olio in modo da ossidarlo il meno possibile unendo anche per contrasto 1-2 cucchiai di aceto di mele preferibilmente invecchiato.
  5. Lasciare raffreddare le carote, condirle con l’olio profumato all’aglio e menta, mescolare e coprire, lasciare marinare in frigorifero per almeno 2-3 ore e preferibilmente un giorno servendo le carote marinate e fresche alla menta e capperi.

Ingredienti per 4 persone

  • 2 zucchine medie,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 2 peperoni rossi medi,
  • 1 manciata di foglie di menta fresca,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 100 g di mais lessato o piselli freschi sgusciati,
  • 1 mazzetto di basilico fresco,
  • 200 g di ceci lessati,
  • 50 g di mandorle sgusciate e tostate o in alternativa olive verdi,
  • 200 ml di brodo vegetale,
  • 200 g di couscous integrale precotto,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Le insalate a base di agrumi hanno una grande tradizione nei paesi del sud Italia, l'abbondanza dei frutti ha ingegnato l’ispirazione culinaria e così tra bevande, dolci, conserve, primi e secondi sono nate anche originali insalate con limoni, arance, mandarini, cedri e fin bergamotto.

Qui l’ispirazione è molto chiara perché la ricetta è nata (anche se nel ripeterla per la foto non è stato possibile reperirli di nuovo) prendendo come eccellente materia prima i meravigliosi limoni dell’isola, quelli della varietà Pane di Ischia con molto albedo intorno al frutto.

Una componente spesso assurdamente scartata e che invece oltre a una buona funzione di equilibrio con il resto delle componenti acide del limone porta notevolissimi contribuiti di salute all’organismo come hanno dimostrato recentissimi studi!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 limoni preferibilmente varietà Pane di Ischia o con molto albedo intorno al frutto,
  • 2 carote medie,
  • 150 g di ravanelli possibilmente con le foglie,
  • 25 g di pinoli,
  • 100 g di olive nere morbide,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 100 g di rucola,
  • pepe,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con molta cura i limoni e asciugarli, dividerli in 4 spicchi e tagliare in piccole fettine sottili ogni spicchio mettendo il tutto in un colino con sotto una ciotola in modo da recuperare il succo rilasciato.
  2. Sbucciare le carote e tagliarle in sottili striscioline, lavare i ravanelli rossi, dividerli a metà e affettarli, se presenti anche le foglie recuperarle lavandole con cura e spezzettarle finemente.
  3. Mettere i pinoli in una piccola padella e a calore basso tostarli per 5 minuti circa lasciandoli raffreddare, snocciolare le olive nere e tritarle.
  4. Recuperare il succo dei limoni e metterlo in un vasetto, aggiungere 3-4 cucchiai di olio d’oliva, la maggiorana, un pizzico di sale, una macinata di pepe e l’aglio sbucciato spremuto, chiudere il vasetto e agitare a lungo formando un emulsione profumata.
  5. Lavare la rucola, spezzettarla e mescolarla con le carote e le eventuali foglie dei ravanelli mettendo il tutto sul fondo di 4 ciotole, aggiungere le fette di limone e i ravanelli, condire con l'emulsione profumata e completare con i pinoli tostati e le olive nere tritate.