Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Nov 27, 2022 Last Updated 10:20 PM, Nov 24, 2022

Un impasto particolare ci curiosi gnocchetti con la salutare e colorata barbabietola si armonizza al meglio con un gustoso brodo vegetale che raccomandiamo sia il più intenso possibile per creare il giusto contrasto.

Oltre alla barbabietola una particolarità di questi gnocchetti è che vengono legati insieme dagli ottimi semi di lino che qui svolgono un azione più meccanica che salutistica, per esaltare quest’ultima molto meglio è unirli a fine preparazione alla minestra dopo averli macinati o pestati.

Ma non dobbiamo dimenticare che a livello di benessere in questa ricetta possiamo contare sulla fantastica curcuma, mentre l’insieme della preparazione è senza glutine e con un discreto carico di altri elementi di salute!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cucchiaio di semi di lino,
  • 50 g di barbabietola lessata,
  • 300 g di patate a pasta bianca,
  • 75 g di farina di riso,
  • 25 g di farina di sorgo,
  • 25 g di farina di grano saraceno,
  • 1 l circa di brodo vegetale intenso,
  • 1 cucchiaino raso di curcuma in polvere,
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo nero,
  • noce moscata,
  • pepe nero,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pestare, frullare o macinare i semi di lino mescolandoli in un bicchiere con 50 ml di acqua e lasciare riposare almeno 20 minuti, nel frattempo tagliare la barbabietola in piccoli pezzi, sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a spicchi e cuocerle a vapore per 15 minuti circa fino a renderle tenere.
  2. Frullare finemente i semi di lino riposati con la barbabietola fino a ottenere una crema, mescolare le tre farine insieme e impastarle con la crema viola, una macinata di noce moscata e un pizzico di sale fino a ottenere un impasto uniforme, se necessario versare poca acqua.
  3. Dividere l'impasto in piccoli pezzi, arrotolarli sul tavolo dandogli la forma di un grissino, tagliarli in piccole fette e disporli ben infarinate in un vassoio.
  4. Portare a bollore il brodo pronto insieme alla curcuma mescolata prima con 2 cucchiai di olio e un pizzico di pepe nero, aggiungere le patate a vapore e frullare fino a ottenere una crema fluida da regolare di sale.
  5. Lessare le chicche viola in abbondante acqua bollente salata per 4-5 minuti, scolarle e condirle con poco olio, distribuire la crema dorata nelle fondine, adagiarvi sopra le chicche e decorare con i semi di sesamo nero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 porri,
  • 2 carote medie,
  • 2 patate medie,
  • 4 foglie di alloro fresco,
  • 200 g di barbabietola rossa cotta,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 mazzetto di prezzemolo,
  • coriandolo in grani,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare con cura i porri dalla parte verde, inciderli in due per il lungo fermandosi prima della radice finale, lavarli con cura e affettarli, pulire le carote, sbucciare e lavare le patate, tagliare il tutto a in pezzi grandi come piccoli dadi.
  2. Mettere i tre ortaggi in una casseruola insieme a 3 cucchiai di olio e rosolarli a calore medio basso per 10 minuti, versare 1 l abbondante di acqua, unire le foglie di alloro e portare a ebollizione, salare poco, abbassare la fiamma e cuocere per 30 minuti circa.
  3. Nel frattempo tagliare in piccoli cubetti la barbabietola cotta, sbucciare l'aglio e tritarlo finemente con il prezzemolo mettendo il ricavato in una padella con poco olio.
  4. Rosolare velocemente, aggiungere la barbabietola e insaporirla per 5 minuti unendo in ultimo una macinata di coriandolo, mettere il minestrone nei piatti accompagnando con la barbabietola calda.

La categoria dei gnocchi è molto vasta e comprende combinazioni molteplici che vanno ben oltre la più conosciuta con le patate toccando zucche, semole, farine di vario tipo, amidi e tanto altro.

In questa ricetta protagonisti sono farina e pangrattato come da tradizione del nord Italia che vengono semplicemente legati con acqua e particolarità nella particolarità colorati con 4 elementi diversi come spinaci, zafferano, barbabietola e olive nere che ne determinano i diversi colori finali.

Al condimento ci pensano invece i finocchi che diventano gradevole salsa bianca profumata con timo fresco e zenzero per rimanere nel massimo delle buone combinazioni vegetali.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di farina 0,
  • 100 g di pangrattato preparato da poco,
  • 50 g di spinaci cotti,
  • 60 g di barbabietola cotta,
  • ½ bustina di zafferano,
  • 1 cucchiaio di paté di olive nere,
  • 2 finocchi,
  • 3-4 rametti di timo fresco,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 100 g circa di panna vegetale,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Disporre la farina a fontana e porvi al centro il pangrattato mescolato a poca acqua calda, un pizzico di sale, una macinata di pepe e l'altra acqua calda necessaria ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  2. Coprirlo e lasciarlo momentaneamente riposare, nel frattempo frullare separatamente gli spinaci e la barbabietola riducendoli in crema e sciogliere in un cucchiaio di acqua calda lo zafferano.
  3. Dividere l’impasto in 4 parti nella prima mettere il paté di olive nere, nella seconda lo zafferano, nella terza gli spinaci e nella quarta la barbabietole reimpastando il tutto e aggiungendo altra farina se necessario in modo da formare 4 basi di colore diverso da lasciare di nuovo riposare ben coperte.
  4. A parte pulire i finocchi, conservare la parte più interna per la decorazione e affettare il resto, sbucciare l’aglio e tritarlo insieme al timo rosolandolo velocemente in padella con 2-3 cucchiai di olio, aggiungere i finocchi affettati e lo zenzero, salare, pepare e cuocere per 10 minuti versando se serve poca acqua.
  5. Una volta pronti frullare finemente i finocchi con la poca panna necessaria a ottenere una salsina cremosa ben profumata.
  6. Da ogni base colorata prendere un pezzo di impasto alla volta, arrotolarlo sul tavolo dandogli la forma di un grissino, tagliarlo a piccoli pezzi di 1 cm di lunghezza e schiacciarli con il pollice.
  7. Lessarli in abbondante acqua bollente salata per 5 minuti circa, scolarli direttamente nei piatti già coperti dalla salsina di finocchi e decorare con i cuori di finocchio tagliati in fettine sottili o in altro modo a piacere.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 finocchi,
  • 2 piccole carote,
  • 150 g di barbabietole cotte,
  • 250 g di cimette di broccoletti,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 cucchiaino di maggiorana secca,
  • 200 g di couscous integrale precotto,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:


  • 2 pere williams rosse,
  • 2-3 cucchiai di zucchero di canna o sciroppo d’acero in base alla dolcezza della frutta,
  • 100 g di barbabietole lessate,
  • ½ cucchiaino di buccia d’arancia grattugiata,
  • 125 g di panna di soia da montare,
  • 60 g di pistacchi non salati,
  • 50 g di cioccolato fondente,
  • vaniglia nera in polvere.

Preparazione

  1. Sbucciare le pere, eliminare i semi e affettarle, metterle in una casseruola larga insieme alla zucchero di canna e un pizzico di vaniglia, cuocerle per 10 minuti a calore medio.
  2. Aggiungere la barbabietola tagliata in piccole fette e cuocere per altri 5 minuti, quindi frullare con la buccia d’arancia fino a ottenere una crema uniforme da lasciare raffreddare.
  3. Montare la panna di soia e mescolarla con la crema di pere e barbabietole, conservare in frigorifero per 30 minuti e nel frattempo sgusciare e tritare grossolanamente i pistacchi, sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.
  4. Spremere la mousse nei piatti formando un soffice spumone e decorare con il cioccolato colato a filo e i pistacchi tritati.

Ultimi articoli

Pera Abate, bontà e creatività in cucina

Pera Abate, bontà e creatività in cuci…

23-11-2022 Mangiare sano

  Conosciamo meglio una delle varietà di pe...

Ridurre i rischi di diabete mangiando meno carboidrati

Ridurre i rischi di diabete mangiando me…

15-11-2022 Diabete

È una regola conosciuta da tempo e che ancora un ...

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti la cui forma a dito ha dato origine al nome

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti l…

08-11-2022 Mangiare sano

Sembra infatti che il nome derivi in origine dal t...

Libri in Primo Piano

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

Ipertensione: curarla a tavola

Ipertensione: curarla a tavola

Aprile 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruol...

Da grande farò lo chef

Da grande farò lo chef

Settembre 09, 2022

Un bella avventura tra fornelli e ricette che piac...

Invito alla Lettura

Metti un celiaco a cena

Metti un celiaco a cena

23-07-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Fantasie COOLinarie di una fornostar Un libro scr...

La cucina dei colori

La cucina dei colori

26-04-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un bel libro, compratelo e consultatelo con calma...

banner