Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

May 19, 2022 Last Updated 8:16 AM, May 17, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 patate novelle medie,
  • 2 piccole carote,
  • 200 g di fave sgusciate,
  • 4-5 cipollotti,
  • 125 g di ricotta fresca,
  • 6 coste singole di sedano,
  • 60 g di lattughino,
  • 40 g di valerianella,
  • 8 ravanelli,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pelare le patate, lavarle e tagliarle a dadini coprendole momentaneamente con dell'acqua fredda, pulire e tagliare a dadini anche le carote.
  2. Portare a ebollizione abbondante acqua e lessare in sequenza le fave per 5 minuti trasferendole in acqua fredda, le carote per 10 minuti trasferendole in un vassoio e le patate per 5 minuti trasferendole a raffreddare nello stesso vassoio delle carote.
  3. Mondare i cipollotti dividendo il bulbo bianco di base dalle cime verdi e lavando entrambi, dividere il bulbo in 4 spicchi e grigliarlo su una piastra calda alcuni minuti per lato.
  4. Tritare la parte verde dei cipollotti e frullarla con la ricotta insieme a un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d'olio versando poca acqua di cottura delle verdure fino a ottenere una fluida salsina, lavare e affettare finemente il sedano.
  5. Spellare le fave mantenendo solo la parte verde interna, lavare il lattughino e la valerianella, lavare e tagliare in spicchietti i ravanelli, riunire in una ciotola grande patate, carote, lattughino, fave, ravanelli e valerianella, cospargere con il sedano affettato, appoggiare sopra gli spicchi di cipollotti alla griglia, salare poco, condire con la salsina di ricotta e oliare a piacere.

Una buona vellutata con l’affascinante e ottimo cavolo romanesco che non si smetterebbe mai di guardare attirati dalle sue spirali infinite create da madre natura in tutta la sua stupefacente fantasia funzionale!!

Insieme al cavolo romanesco troviamo una base di scalogni o porri a scelta e la presenza delle classiche patate per donare la cremosità finale corretta grazie anche alla ricotta fresca.

Gli insaporitori sono invece molteplici a iniziare dal forte zenzero fresco, dalla profumata buccia di arancia, dal pepe che consigliamo sempre di usare in poche dosi ma di ottima qualità e mai macinato troppo prima per concludere con i semi di sesamo e i scenografici germogli freschi!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 scalogni medi o 2 porri,
  • 2 patate medie a pasta bianca,
  • 400 g di cavolo romanesco,
  • 4 foglie di alloro,
  • 200 g circa di riso nero,
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato,
  • 1 cucchiaino di buccia d'arancia grattugiata,
  • 125 g di ricotta,
  • germogli freschi a scelta,
  • semi di sesamo bianco,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • olio di sesamo,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare gli scalogni o i porri e affettarli sottilmente, sbucciare la patata, lavarla e tagliarla in piccoli pezzi, pulire e lavare il cavolo romanesco riducendolo in cimette e affettarlo conservando alcune cimette intere per la decorazione finale.
  2. Rosolare in poco olio gli scalogni insieme alle foglie di alloro lavate per 5 minuti abbondanti a fuoco basso, aggiungere il cavolo romanesco affettato e la patata, salare leggermente e cuocere per 5 minuti.
  3. Mescolare bene, versare 1 l di acqua calda e cuocere per 30 minuti circa a calore medio basso, se possibile posizionare sulla pentola un cestello e cuocere a vapore le cimette intere, in alternative usare un’altra pentola con cestello o uno strumento specifico.
  4. Nel frattempo sciacquare il riso nero e disporlo in una piccola casseruola con 500 ml di acqua, cuocerlo a calore medio basso e pentola semi coperta per 25 minuti circa lasciando assorbire l’acqua di cottura, infine condirlo con poco sale e olio di sesamo.
  5. Preparare lo zenzero e la buccia d'arancia, frullare finemente la crema di cavolo romanesco insieme alla ricotta e allo zenzero eliminando prima le foglie di alloro, controllare la densità aggiungendo eventualmente altra acqua, assaggiare di sale, completare con la buccia d'arancia e pepare a piacere.
  6. Distribuire la crema nei piatti, mettere nel mezzo il riso nero e decorare con le cimette di cavolo romanesco cotte a vapore, semi di sesamo bianco e germogli a scelta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 10 g di funghi secchi,
  • 1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato,
  • 1 cucchiaino abbondante di zenzero fresco grattugiato,
  • 200 g di zucca,
  • 3 cucchiai di farina bianca,
  • 2 cucchiai di farina di castagne,
  • 2 finocchi medi,
  • 2 patate medie a pasta gialla,
  • carta da forno,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Forse più di tutti sono gli spaghetti che rappresentano al meglio l’anima dei primi piatti della cucina Italiana, quelli conosciuti ormai in tutto il mondo e che sono un onore di grande prestigio di cui andare sempre fieri.

Gli spaghetti sposano un accoppiata classica della tradizione mediterranea, quella di peperoni e patate, che incontrano un elemento inusuale come gli anacardi che ricordiamo al di la del consumo frequente come snack nella versione salata sono elementi per arricchire di sostanze preziose le preparazione di cucina.

Certo per l’indice glicemico complessivo pasta, peperoni e patate non sono il massimo, ma ci facciamo perdonare grazie all’eccellente gusto complessivo, alla versione integrale della pasta, al buon olio di base usato, al timo e a quel tocco sempre magico della buccia di limone.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 grandi peperoni gialli,
  • 2 patate medie,
  • 100 g di anacardi sgusciati al naturale,
  • 5-6 rametti di timo fresco,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 320 g di spaghetti integrali,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura i peperoni gialli eliminando il picciolo, i semi e i filamenti interni, quindi tagliarli in piccoli cubetti.
  2. Sbucciare, lavare e tagliare allo stesso modo le patate, stendere le due verdure in una teglia rivestita con carta da forno e aggiungere la metà degli anacardi tritati grossolanamente.
  3. Condire con buona parte del timo sfogliato, 2-3 cucchiai di olio e un pizzico di sale, cuocere nel forno caldo a 170 gradi per 20 minuti circa.
  4. Nel frattempo preparare la buccia di limone e tritare più finemente gli anacardi rimasti mescolandoli a un altro poco di foglioline di timo fresco.
  5. Lessare al dente gli spaghetti integrali, scolarli non troppo asciutti e nella stessa pentola di cottura condirli con il veloce condimento di peperoni e patate, profumare con la buccia di limone e i restanti anacardi al timo, servire la pasta nei piatti con sopra abbondante verdura.

Prima che con l’arrivo dell’autunno sia le massicce melanzane che i gustosi peperoni dai tanti colori non siano più di stagione proviamo a realizzare questi gustosi involtini non a caso chiamati di fine estate.

Aiutano a valorizzare il tutto gli ottimi funghi regalati dai boschi qui in versione secca per praticità e resa, ma non sfigurerebbero affatto dei buoni porcini freschi magari appena colti!!

La salsina al limone serve, invece, per dare una nota di freschezza accentuata ad un piatto veramente ricco di aromi, profumi, colori e belle suggestioni che consigliamo di accompagnare con i crostini ricavati da un sano e appagante pane integrale!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane di tipo lungo,
  • 2 patate rosse medie,
  • 15 g di funghi secchi,
  • 1 scalogno,
  • 2 peperoni rossi medi,
  • 250 g di fagiolini verdi,
  • 2-3 cucchiai di succo di limone,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le melanzane, asciugarle, tagliarle per il lungo in fette spesse 2-3 mm e grigliarle man mano su una piastra calda 2 minuti circa per lato lasciandole in seguito raffreddare.
  2. Sbucciare le patate, lavarle, tagliarle in spicchi e cuocerle a vapore per 15-20 minuti fino a intenerirle, ridurle poi in purea con lo schiaccia patate.
  3. Mettere i funghi a bagno in una tazza di acqua tiepida, sbucciare e tritare lo scalogno, pulire i peperoni e tagliarli a cubetti, mondare i fagiolini, lavarli e cuocerli a vapore per meno di 10 minuti.
  4. In una padella rosolare lo scalogno per 5 minuti abbondanti insieme a 2-3 cucchiai d'olio, aggiungere i peperoni, salare e cuocere per 10 minuti, unire i funghi tritati e un poco della loro acqua, cuocere per altri 5 minuti e completare con i fagiolini tagliati a cubetti regolando di sale.
  5. Scegliere le 12 fette di melanzane più belle e tritare finemente le altre, mescolarle con la purea di patate insieme a un poco del fondo di cottura dei peperoni, pepare, spalmare la farcia sulle fettine di melanzane e richiuderle a involtino disponendole in un piatto.
  6. Mettere in un vasetto il succo di limone, aggiungere 2 cucchiai d'olio, un pizzico di sale e il prezzemolo tritato, chiudere e agitare a lungo.
  7. Disporre nei piatti peperoni, funghi e fagiolini, adagiarvi sopra gli involtini, condirli con la salsina al limone e prezzemolo e accompagnarli con crostini di pane.