Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 01, 2022 Last Updated 8:55 AM, Jul 1, 2022

Un piccolo dessert dove come sempre conta moltissimo la qualità della materia prima utilizzata, in un contesto di pochi ingredienti non si possono certo nascondere i difetti di “fabbrica”!!

Una buona ricotta fresca tralasciando quelle confezionate salvo rare eccezioni non adatte in questo caso e soprattutto un ottimo miele che consigliamo vivamente di agrumi come riportato nel testo, ma eventualmente può essere di altro tipo se è quello che ci si ritrova in casa, importante è che sia miele “vero”!

Le nocciole ancora meglio se sgusciate al momento e poi tostate da se, la buccia dell’arancia solo biologica, un cioccolato fondente all’altezza di questo nome e in pochi passaggi un piccolo dolcetto che nella sua semplicità seppur in una veste un poco diversa è entrato nel libro dello Chef Giuseppe CapanoSemplicità in cucina”.

Ingredienti per 4 persone:

  • 80 g di nocciole tostate,
  • 1 cucchiaio di buccia d'arancia grattugiata,
  • 450 g di ricotta fresca,
  • 3 cucchiai di miele d'agrumi o altro miele a disposizione,
  • 40 g di cioccolato fondente,
  • caffè in polvere

Preparazione

  1. Tritare le nocciole e preparare la buccia d'arancia grattugiata, in una ciotola mescolare la ricotta con il miele di agrumi (leggermente scaldato se troppo denso) e in seguito aggiungere la buccia d'arancia e la metà delle nocciole.
  2. Aromatizzare 1/3 della ricotta con un poco di polvere di caffè, prendere uno stampo ad anello ovale o tondo e cominciare a riempirlo con la crema di ricotta e nocciole sfilandolo successivamente, in alternativa pressarlo in coppette bagnate e capovolgerlo in un piatto subito dopo.
  3. Cospargere la superficie con le nocciole rimaste e decorare il vostro semplice dessert piatto con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e un poco di polvere di caffè.

Ingredienti per 4 persone:

  • 6-700 g circa (in base al tipo di raccolto e agli scarti) di getti apicali di luppolo selvatico,
  • 150 g di ricotta di pecora,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1-2 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 150 g di farina bianca,
  • 70 g di farina di semola di grano duro,
  • 2 uova,
  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • noce moscata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Ingredienti per 4 persone:

  • 40 g di cioccolato bianco,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 2 cucchiai di miele d’acacia,
  • 200 g di ricotta fresca di pecora,
  • 5 g di liquirizia pura in tronchetti,
  • 2 cucchiai di zucchero,
  • 6 fichi freschi

Il raccolto di una passeggiata all’aria aperta ricca di serenità e piccola avventura può diventare facilmente una golosa ricetta in cui assaporare tutto il buono offerto generosamente in primavera dalla natura.

I getti di luppolo selvatico sono da sempre ampiamente ricercati sollecitando la creazione di numerosi piatti di primi, secondi e semplici antipasti che prendono spesso il nome dai simpatici nomi dialettali dati a queste tenere protuberanze.

Che non sono solo buone, ma portano tanti benefici effetti positivi all’organismo grazie alle buone proprietà tonificanti, depurative, sedative, rinfrescanti, diuretiche con un beneficio ancora più diretto per le funzioni del fegato spesso soggetto a forti carichi di lavoro.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g circa (in base al tipo di raccolto e agli scarti) di getti apicali di luppolo selvatico,
  • 300 g di ricotta,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1-2 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 4 uova,
  • noce moscata,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare e lavare con molta cura i getti apicali del luppolo selvatico conservando solo i primi 10-12 cm circa, metterli in pentola con poca acqua e lessarli per circa 5 minuti in base al volume, in alternativa cuocerli a vapore.
  2. Una volta pronti scolarli, raffreddarli e tritarli finemente mescolandoli con la ricotta, una macinata di noce moscata, poco sale, la buccia di limone e il pecorino, infine aggiungere le uova sbattute leggermente e amalgamare il tutto.
  3. Rivestire una tortiera rettangolare da 22x30 cm circa con un foglio di carta da forno, disporre all’interno l’impasto di luppolo e cuocere nel forno caldo a 170 gradi per 30 minuti circa.
  4. Far consolidare per 10 minuti a temperatura ambiente lo sformato e dividerlo in 4 parti uguali o per un servizio più elegante ritagliare dei tortini tondi con un anello in metallo utilizzando gli scarti come stuzzichini da aperitivo.
  5. Servire nei piatti con un filo di ottimo olio extravergine d’oliva.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 patate novelle medie,
  • 2 piccole carote,
  • 200 g di fave sgusciate,
  • 4-5 cipollotti,
  • 125 g di ricotta fresca,
  • 6 coste singole di sedano,
  • 60 g di lattughino,
  • 40 g di valerianella,
  • 8 ravanelli,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pelare le patate, lavarle e tagliarle a dadini coprendole momentaneamente con dell'acqua fredda, pulire e tagliare a dadini anche le carote.
  2. Portare a ebollizione abbondante acqua e lessare in sequenza le fave per 5 minuti trasferendole in acqua fredda, le carote per 10 minuti trasferendole in un vassoio e le patate per 5 minuti trasferendole a raffreddare nello stesso vassoio delle carote.
  3. Mondare i cipollotti dividendo il bulbo bianco di base dalle cime verdi e lavando entrambi, dividere il bulbo in 4 spicchi e grigliarlo su una piastra calda alcuni minuti per lato.
  4. Tritare la parte verde dei cipollotti e frullarla con la ricotta insieme a un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d'olio versando poca acqua di cottura delle verdure fino a ottenere una fluida salsina, lavare e affettare finemente il sedano.
  5. Spellare le fave mantenendo solo la parte verde interna, lavare il lattughino e la valerianella, lavare e tagliare in spicchietti i ravanelli, riunire in una ciotola grande patate, carote, lattughino, fave, ravanelli e valerianella, cospargere con il sedano affettato, appoggiare sopra gli spicchi di cipollotti alla griglia, salare poco, condire con la salsina di ricotta e oliare a piacere.