Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 01, 2022 Last Updated 8:55 AM, Jul 1, 2022

A prima vista affermare di voler realizzare una preparazione particolare di lasagne con il pane può sembrare una esagerazione che tale non diventa se ci si rivolge a una delle versioni di pane più caratteristica di Italia.

Stiamo parlando del pane carasau con le sue sottilissimi sfoglie croccanti che ormai sono diventate patrimonio nazionale andando oltre i confini della terra di origine, la splendida Sardegna.

La flessibilità di queste sfoglie è veramente straordinaria e una delle applicazioni più sviluppate dallo Chef Giuseppe Capano è proprio quella delle lasagne di pane che si prestano a mille abbinamenti diversi per un risultato sempre gustoso e buono come ben si vede da questa imperdibile ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 piccole patate,
  • 3-4 zucchine medie,
  • 4 cipollotti freschi,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 200 g circa di pane carasau,
  • 150 g circa di scamorza bianca o pecorino morbido,
  • 250 g di pomodorini,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 mazzetto di basilico fresco,
  • brodo vegetale,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare le patate, lavarle e affettarle finemente, lavare con cura anche le zucchine, dividerle a metà per il lungo e affettarle più spesse delle patate.
  2. Pulire i cipollotti conservando gran parte delle sommità verdi, affettarli e disporli in una padella con 2-3 cucchiai di olio, rosolarli per 5 minuti scarsi, aggiungere lo zenzero, le patate e le zucchine, salare poco, coprire e cuocere per 10-15 minuti.
  3. Alternare in una pirofila di circa 18x25 cm rivestita con carta da forno le sfoglie di pane carasau appena bagnate in brodo vegetale con le verdure cotte e il formaggio a dadini, formando almeno 3 strati.
  4. Cuocere in forno caldo a 160 gradi circa per 15 minuti circa, nel frattempo tagliare in piccoli spicchi i pomodorini e condirli con 1-2 cucchiai di olio, poco sale e l’aglio tritato finemente, disporli in una padella e cuocerli a fuoco molto alto per 5 minuti abbondanti.
  5. Unire solo in ultimo gran parte del basilico fresco, frullare velocemente e passare al setaccio in modo da raccogliere solo il succo profumato dei pomodorini da versare sulle lasagne decorando con le foglie di basilico rimaste.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 piccoli porri,
  • 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato,
  • 320 g di mandorle intere (80 g già sgusciate),
  • 3 uova,
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 200 ml di latte,
  • 200 g di ricotta,
  • 80 g circa di pangrattato,
  • 1 patata medio piccola,
  • 4 foglie di cavolo rosso,
  • 400 g di cavolfiore,
  • 1 cucchiaino raso di curcuma in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare con cura i porri eliminando la parte verde, lavarli con cura e affettarli, metterli in una padella insieme al rosmarino e 2-3 cucchiai d'olio, salare poco, coprire e rosolare per 15 minuti a calore basso.
  2. Nel frattempo sgusciare e tritare grossolanamente le mandorle, sbattere le uova con il parmigiano e una macinata di pepe, aggiungere la metà del latte, la ricotta, le mandorle e il pangrattato, completare con i ¾ dei porri tiepidi lasciando i restanti nella padella.
  3. Distribuire il composto in 4 piccole tortine da 10-12 cm circa di diametro leggermente oliate e cuocere nel forno caldo a 180 gradi per 20 minuti fino a far dorare la superficie.
  4. Nel frattempo sbucciare e tagliare in piccoli pezzi la patata, lavare e tagliare allo stesso modo le foglie di cavolo, mettere il tutto insieme ai porri rimasti, coprire e cuocere per 15 minuti circa versando poca acqua per volta, infine frullare versando il poco latte necessario a ottenere una densa crema viola da correggere di sale.
  5. Dividere a cimette, lavare e cuocere a vapore per 10 minuti il cavolfiore, appena pronto e caldo condirlo con la curcuma sciolta in poco latte e poco olio cospargendo con altra curcuma in polvere se si vuole un a colorazione più forte.
  6. Mettere i tortini nei piatti con affianco le cimette di cavolfiore e accompagnare con la salsa viola disposta direttamente sui tortini o versata a macchie.

Una buona preparazione vegetariana che a seconda delle dosi servite può essere utilizzata come sfizioso antipasto o interessante secondo piatto.

A base di patate e cipolle, una coppia spesso usata nella cucina regionale Italiana, profumate con la salvia fresca un erba aromatica troppo spesso ed erroneamente relegata solo alla carne si arricchisce poi con uova e parmigiano.

Non certo da consumare tutti i giorni, rimane però molto utile quando si vogliono trovare gustose alternative di secondi vegetariani da abbinare possibilmente a porzioni abbondanti di verdure seguendo lo schema esemplare di iniziare con una proposta cruda come un insalata seguita da una cotta in base agli ortaggi di stagione presenti sul mercato!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 10-12 foglie di salvia fresca,
  • 500 g di patate,
  • 1 cipolla medio piccola,
  • 6 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato,
  • 4 grandi uova,
  • 1 bicchiere di latte,
  • semi di papavero,
  • paprica in polvere,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare e asciugare le foglie di salvia, sbucciare e tagliare in piccole fette spesse 1-2 mm le patate, sbucciare e affettare altrettanto finemente la cipolla.
  2. Condire le due verdure con la salvia intera, un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d'olio d'oliva, metterle in una padella e cuocerle per 15-20 minuti circa a calore medio saltandole di frequente senza però mai mescolarle con un cucchiaio.
  3. A parte preparare il parmigiano, sbattere bene le uova con un pizzico di sale, intiepidire le patate eliminando o lasciando a scelta le foglie di salvia, conservarne da parte 2 cucchiai e mescolare le restanti con le uova unendo in ultimo 4 cucchiai di parmigiano.
  4. Traferire in una tortiera tonda bassa da 26 cm circa rivestita con carta da forno e cuocere nel forno caldo a 190 gradi per altri 20 minuti circa.
  5. Nel frattempo frullare le patate messe da parte con il restante parmigiano, abbondante paprica (dosandola secondo i propri gusti) e il solo latte necessario a ottenere una fluida salsina.
  6. Lasciare assestare 10 minuti e tagliare il tortino in spicchi, accompagnare con la salsina alla paprica e decorare con i semi di papavero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo mazzetto di erba cipollina,
  • 4 cucchiai di pecorino grattugiato,
  • 2 arance Valencia biologiche,
  • 3 carote medie,
  • 2 patate medie a pasta gialla,
  • 1 mazzetto di rucola,
  • 1 di lattughino da insalata,
  • poche foglie di spinaci giovani,
  • 1 pagnotta di grano duro da 500 g circa,
  • 2 cucchiai di semi di sesamo,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale.

Nella prospettiva di giornate belle via via più calde non necessariamente bisogna rinunciare nel preparare una buona zuppa che in molti casi risulta super gradevole anche tiepida o addirittura fredda rimanendo validissima anche bollente se il clima in cui abitiamo non ci concede ancora il giusto caldo!!

Qui abbiamo un buon esempio in cui protagonista un po’ insolita è la comune lattuga che viene degustata in due consistenze diverse e esaltata da una base di scalogni, addensata con l’aiuto di patate e sani fagioli cannellini, profumata con un tocco di buccia di limone.

Come appoggio ulteriore abbiamo anche delle carote profumate molto piacevolmente da una minima dose di anice in semi in un connubio che per quanto può portare a dubbi assicuriamo essere assolutamente indovinato, il tutto con il rinforzo finale di nocciole tostate e un filo di ottimo olio extravergine d’oliva a crudo!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 carote medie,
  • 10 semi di anice,
  • 2 cespi di lattuga,
  • 1 patata media,
  • 3 scalogni,
  • 200 g di fagioli cannellini lessati,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 50 g di nocciole sgusciate e tostate,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Pulire le carote e tagliarle in piccoli dadini, lessarle per 5 minuti abbondanti in circa 1,5 litri di acqua salata, scolarle con una schiumarola disponendole in una ciotola e conservare al caldo l’acqua di cottura.
  2. Condire subito le carote con poco olio e i semi di anice ridotti in polvere sottile con un mortaio o semplicemente tritati finemente con un coltello affilato.
  3. Mondare i due cespi di lattuga e da ognuno conservare da parte il solo cuore centrale con le foglie piccole e tenere di colore più chiaro, tagliare tutto il resto comprese le foglie normalmente scartate in piccoli pezzi.
  4. Pelare la patata, lavarla e tagliarla in mezze fette, sbucciare e affettare gli scalogni, metterli in una pentola con 3-4 cucchiai di olio e rosolarli per 5 minuti, aggiungere la lattuga spezzettata, le patate e i fagioli cannellini, mescolare e lasciare brasare per 5 minuti abbondanti.
  5. Versare 1 l circa dell'acqua di cottura delle carote e cuocere il tutto per 20 minuti circa, quindi frullare finemente il composto di lattuga controllando la densità, regolando di sale e profumando con la buccia di limone.
  6. Lavare i cuori di lattuga e affettarli, mescolarli con le carote a cubetti e le nocciole tritate grossolanamente, distribuire la vellutata tiepida nei piatti, mettere nel mezzo lattuga fresca, carote e nocciole e completare con un filo d’olio a crudo.