Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Aug 16, 2022 Last Updated 9:25 AM, Aug 16, 2022

Una terrina abbastanza classica nella sua struttura e combinazione di uova e formaggi che vede però protagonisti ortaggi meno usuali del solito, potremmo dire visti come meno nobili da alcuni.

Noi crediamo invece che siano ottimi ingredienti per questo tipo di preparazione e che il loro aroma complessivo sia un gustoso contraltare alla personalità forte della fontina.

Senza dimenticare il bel tocco di colore rilasciata dai ravanelli rossi e la non invasiva presenza dello zenzero secco abbinato al pepe!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 grandi finocchi,
  • 400 g di bietole giovani,
  • 12 ravanelli rossi,
  • 180 g di fontina,
  • 8 uova,
  • zenzero in polvere,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i finocchi dalle sommità barbose e dalla foglia più esterna e dura, dividerli a metà, lavarli aprendo leggermente le foglie, eliminare l'acqua in eccesso e tagliare ogni metà in 8 spicchi.
  2. Disporli in un cestello e cuocerli a vapore per 10 minuti, lavare con cura le bietole, lessarle per 5 minuti in poca acqua leggermente salata, scolarle e una volta fredde strizzarle dall'acqua in eccesso e tritarle grossolanamente.
  3. Nel frattempo lavare i ravanelli e tagliarli a fette, tagliare la fontina in piccole fette, oliare leggermente delle piccole pirofile ovali da 14x10 cm circa o una pirofila ovale unica da 30x20 cm circa.
  4. In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale e una macinata di pepe, condire i finocchi con poco olio, sale e un poco di zenzero in polvere disponendo 6 spicchi per ogni pirofila ovale, negli spazi vuoti disporre invece le bietole tritate e i ravanelli a fettine.
  5. Versare le uova sbattute e solo in ultimo adagiarvi sopra le fettine di formaggio, cuocere nel forno caldo a 180 gradi per 20 minuti (30-35 se si usa una terrina grande unica) fino a dorare la superficie e prima di servire lasciare assestare 10 minuti nel forno spento.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 90 g di farina bianca,
  • 30 g di farina di riso,
  • 2 cucchiai di olio di mais,
  • 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 3 finocchi medi,
  • 3 uova,
  • 200 ml di latte,
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 250 g di ricotta fresca,
  • 1 cucchiaio di buccia di limone grattugiata,
  • 1 mazzetto di finocchietto,
  • burro e farina integrale per gli stampini e i cilindri da cannoncini,
  • noce moscata,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Una signora crema di lenticchie questa in cui ci sono ben tre distinte varietà di questo pregevole legume ricco di una lunga lista di sostanze benefiche e preziose a cominciare da molti sali minerali e le strategiche fibre.

La base è con le lenticchie verdi che vanno messe a bagno solo se medio grandi, nel caso delle piccole può bastare un ammollo veramente breve o anche nullo, il tutto viene poi completato con la presenza degli spinaci freschi finali, un vero tocco di bontà e salute.

Nella crema di lenticchie rosse modulate invece il peperoncino secondo le proprie sensibilità al piccante considerata anche la presenza di base dello zenzero, mentre le terze protagoniste sono le lenticchie nere spesso chiamate beluga, ma ben conosciute in Sicilia da molto tempo!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 porri medi,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 150 g di lenticchie verdi di lasciate in ammollo per 8 ore,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 1 peperoncino,
  • 100 g di lenticchie rosse decorticate,
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro,
  • 2 foglie di alloro,
  • 60 g di lenticchie nere,
  • 250 g di spinaci freschi,
  • 1 cucchiaio abbondante di olio di sesamo,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i porri, lavarli e affettarli finemente, metterli in una pentola per zuppe insieme a 2-3 cucchiai d'olio e lo zenzero, rosolarli a calore basso e pentola coperta per 10 minuti circa.
  2. Sciacquare le lenticchie verdi e aggiungerle al soffritto di porri, far insaporire 5 minuti mescolando bene, bagnare con 1 litro abbondante di acqua calda e cuocere per circa 40 minuti.
  3. A parte in una casseruola media rosolare velocemente insieme a poco olio l’aglio e il peperoncino tritato, aggiungere le lenticchie rosse e dopo 1-2 minuti il concentrato di pomodoro mescolato con 400 ml circa di acqua, portare a ebollizione, salare, unire le foglie di alloro e cuocere per circa 30 minuti.
  4. Mettere le lenticchie nere in una piccola casseruola con 150 ml di acqua fredda, portare a ebollizione, abbassare la fiamma e cuocere per 20 minuti circa lasciando assorbire tutto il liquido, se una volta cotte risultano ancora un po' dure unire poca acqua ma fare attenzione a non sfaldarle e romperle.
  5. Negli ultimi 2-3 minuti di cottura delle lenticchie verdi aggiungere gli spinaci lavati e frullare finemente il tutto correggendo la densità della crema, frullare finemente anche la crema di lenticchie rosse togliendo prima le foglie di alloro e condire le lenticchie nere con l’olio di sesamo e poco sale.
  6. Mettere la crema di lenticchie verdi nelle fondine con in mezzo la crema di lenticchie rosse e sopra come decorazione le lenticchie nere accompagnando a scelta con crostini di pane.

Se con l’arrivo della primavera approfittate del bel sole e delle giornate più lunghe per fare piacevoli passeggiate all’aperto ricordatevi di approfittare dei doni della natura.

Tra cui spiccano le tenere foglie del tarassaco dai bellissimi fiori gialli ancora da venire e per questo la tenerezza delle foglie le rende ideali non unicamente da cuocere, ma anche per preparare gustose e soprattutto salutari insalate.

Come questa che vi presentiamo qui ricca di gusto e colore dove si sommano le prerogative delle mele a quelle delle carote con il notevole contributo aromatico dello zenzero, quello di benessere dei semi di canapa e delle generose mandorle e il condimento finale con l’alleanza classica tra limone e olio extravergine d’oliva!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 limone,
  • 50 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 4 piccole carote,
  • 150 g circa di foglioline tenere di tarassaco,
  • 1 mela renetta o golden,
  • 40 g circa di zenzero fresco,
  • 2 cucchiai di semi di canapa decorticati,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare il limone e asciugarlo, grattugiare una parte della buccia e spremere il succo, mescolare subito 3-4 cucchiai di olio con la buccia del limone e lasciare in infusione per 30 minuti.
  2. In una padellina tostare le mandorle a calore basso per 5 minuti circa, raffreddarle e tagliarle in scagliette, pulire le carote e tagliarle in mezze rondelle, lavare e asciugare delicatamente il tarassaco.
  3. Sbucciare la mela, eliminare semi e torsolo dividendola in 4 spicchi, affettarla e bagnarla subito con un poco di succo di limone.
  4. Pelare con cura e grattugiare lo zenzero raccogliendo il ricavato in una ciotola, aggiungere 2-3 cucchiai di succo di limone, l’olio profumato al limone e poco sale, mescolare a lungo.
  5. Riunire insieme in un’unica ciotola o in 4 più piccole tarassaco, carote, mela e mandorle, condirle con la salsina allo zenzero e completare con i semi di canapa.

Ingredienti per 4 persone:

  • 40 g circa di zenzero fresco,
  • ½ limone,
  • 3 cucchiai di malto di riso,
  • 10 mandarini,
  • 150 g di ricotta magra,
  • 80 ml di latte scremato,
  • 40 g di mandorle sgusciate,
  • 40 g di cioccolato fondente,
  • 1 cucchiaio di chicchi di melagrana,
  • cannella in polvere.