Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stampa questa pagina

Succo di pere all’arancia e zucchero di canna

Pubblicato in Conserve e Salse
Letto 325 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)

L’idea di questo succo è nata da un lato nello scrivere un articolo su come conservare al meglio le pere, ma poi si è incrociata con una problematica non proprio così rara, quella di come riuscire a riutilizzare al meglio la frutta vecchia diventata un po’ brutta da vedere e magari con qualche macchia e ammaccatura.

Non che non sia possibile trovare altre soluzione, però l’idea del succo di pera fatto in casa invece di essere comprato ha stimolato particolarmente lo Chef Giuseppe Capano anche perché può essere realizzato con frutti cugini come le mele e in estate pesche e albicocche giusto per citarne alcuni.

Quello che otteniamo con questo procedimento è un succo molto denso che può essere ulteriormente allungato con acqua al momento del consumo e che soprattutto consente di sentire intensamente il sapore della frutta fresca diventando anche una buona opportunità in pasticceria quando non si vuole usare il classico latte come raccontato nella nota finale!

Ingredienti per 2 vasetti da 450 ml circa o unica da 900 ml:

  • ½ kg di pere preferibilmente decana,
  • ½ l di acqua,
  • 1 piccolo limone,
  • 1 piccola arancia biologica,
  • 125 g di zucchero di canna chiara tipo Picaflor o demerara

Preparazione

  1. Lavare i vasetti, immergerli in una pentola con acqua fredda, portarla e ebollizione e sanificare i vasetti per 20 minuti insieme ai tappi, quindi travasarli capovolti in un canovaccio pulito e lasciarli asciugare.
  2. Sbucciare le pere, dividerle a metà eliminando i semi interni e affettarle disponendole in una pentola, bagnarle subito con un poco del succo di limone.
  3. Lavare l’arancia e asciugarla molto bene, pelare parte della buccia con un pelapatate e spremere il succo, unire la sola buccia alle pere insieme allo zucchero di canna e 1 l circa di acqua.
  4. Portare a bollore, abbassare la fiamma, coprire e cuocere per circa 10 minuti, infine eliminare la buccia dell’arancia (o lasciarne una parte a proprio piacimento) e frullare finemente il tutto completando con il succo di limone rimasto e quello di arancia.
  5. Distribuire il succo di pere nei vasetti sanificati, chiuderli molto bene, metterli in una pentola coperti di acqua fredda, portarla a ebollizione e da questo momento calcolare 20 minuti di pastorizzazione a calore medio e pentola coperta.
  6. Una volta pronti raffreddare i vasi nella stessa acqua di sterilizzazione, asciugarli con cura e conservarli in un luogo molto fresco o in frigorifero per circa 2 mesi, in alternativa non riempiendo del tutto i vasi una volta pronti e freddi possono essere anche congelati.
  7. Nota: pur non essendo molto dolce il succo di pera oltre che puro al naturale è molto gradevole allungato con acqua per una bibita rinfrescante, in alternativa può essere un ottimo liquido da utilizzare negli impasti di torte, plumcake, muffin e biscotti al posto del classico latte evitando così i latticini.

Informazioni aggiuntive

  • Portata:: Conserve e Salse
  • Stagione: Autunno
  • Difficoltà: Bassa
  • Tempi di preparazione: 25'
  • Tempi di cottura: 55' comprese le fasi di sanificazione e pastorizzazione dei vasi