Ti trovi qui:Home»Gusto e Benessere»Cucina e condimenti a Crudo»Frutta da sola, a fine pasto e in ottimi dessert

Frutta da sola, a fine pasto e in ottimi dessert

Lunedì, 16 Novembre 2015 18:17 Scritto da 
Frutta da sola, a fine pasto e in ottimi dessert - 4.2 out of 5 based on 5 votes

L'importanza della frutta a crudo a 360 gradi.

Tra gli alimenti che è consigliabile consumare per incamerare quanto più possibili cibi crudi un posto di primo piano spetta alla frutta che di per se non ha praticamente mai bisogno di cottura per essere piacevolmente apprezzata a tavola.
Ma per quale motivo?

Abbondanza di Fenoli, potente funzione antiossidante e antinfiammatoria, spiccata capacità di regolare al meglio il metabolismo dei lipidi e la risposta glicemica.

Questo è solo una minima parte del tesoro che la frutta porta con se, eppure le sue straordinarie doti sono troppo spesso sottovalutate o peggio per nulla conosciute tanto che tristemente si assiste al non consumo di frutta da parte di tante persone che poi lamentano problemi di salute di varia natura.

La frutta fresca sommata a quella secca ha un ruolo determinante per la regolazione efficiente di molte funzioni dell'organismo e con il suo carico di sostanze benefiche riesce a prevenire molte degenerazioni e in qualche caso aiutare nella terapia di molte patologie.

Tartare di di pere arance e kiwi alle spezie 700x500 CSUn supporto importante che ha anche il grande pregio di essere estremamente gradevole e trasformarsi in maniera semplice e gratificante in ottimi dessert.

Che a fine pasto è l'ideale (anche se in diversi sostengano vada consumata lontano dai pasti) per contrastare magari un eccesso di cibi articolati per non dire grassi e pesanti come ha dimostrato la revisione di una nutrita serie di studi effettuata su Endocrine, Metabolic & Immune Disorders – Drug Target.

Secondo gli studiosi, infatti, proprio a fine pasto la frutta può aiutare concretamente l'organismo a rimediare al carico pesante di pasti ricchi, grassi e squilibrati grazie alla ricchezza in polifenoli, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie.

Avviene in sintesi una sorta di regolazione naturale rispetto alla gestione dei grassi ingeriti e un miglioramento della risposta glicemica.

In un ottica di buona alimentazione è comunque meglio consumare a crudo la frutta da sola inserendola in uno dei pasti della giornata o anche nelle pause tra un pasto e l'altro come le merende.

Solo così si può effettivamente sfruttare tutto il suo notevole potenziale di salute e assimilarla nel migliore dei modi.

La ricerca citata è tuttavia molto interessante a da prendere bene in considerazione perché riconosce alla frutta prerogative aggiuntive trasformandola in una sorta di rimedio efficace quando malgrado le buone intenzioni si esagera a tavola.

Un rimedio che può diventare anche estremamente piacevole e gratificante, come questo ottimo dessert a basse calorie e abbondanza di colori, profumi, consistenze e aromi di origine naturale.

 

 

Fonte: Corriere della Sera – Nutrizionista Carla Favaro

Vota questo articolo
(5 Voti)
Google Plusfacebooktwitterflickrfeedcontattinewsletter

Il libro e le ricette

La Cucina a Crudo - terza edizione

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Siamo arrivati alla prestigiosa terza edizione di questo fortunato libro dello Chef Giuseppe Capano, una maturità co

Tartare colorata di peperoni alla menta e acciughe

Ingredienti per 4 persone: 1 piccolo peperone giallo, 1 verde e 1 rosso, 4 acciughe sottosale, 1 mazzetto piccolo di menta fresca, 2 spicchi d’aglio, b

Melone piccante e crema di avocado all’erba cipollina

Ingredienti per 4 persone: 1 piccolo mazzetto di erba cipollina fresca, 1 limone, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaino di foglioline di maggiorana fresca,

media partner

partner-tecnichenuove partner-cucinanaturale partner-aiab partner-corriere-della-sera partner-olioofficina partner-olioofficinaff partner-legambiente partner-festambiente partner-cambiamenu partner-mandacaru

Facebook