Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 15, 2020 Last Updated 9:22 PM, Jul 14, 2020

Guarire con il cibo

Letto 3484 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Etichettato sotto

300 ricette di cucina e rimedi naturali

Libro interessante e ambizioso ammantato di molta filosofia e elementi esoterici, "Guarire con il cibo" raccoglie la pluriennale esperienza dell'autrice che ha indagato il difficile rapporto tra cibo, malattie, cure e guarigione.
Ci è interessato leggere il voluminoso libro analizzando in particolare la parte direttamente legata alla cucina, ponendo attenzione ai numerosi intrecci indicati rispetto alla corretta alimentazione e alle preparazioni tecniche.

L'impostazione del libro è fortemente Macrobiotica e si ritrova un po' in tutte le pagine, con i pregi e i difetti che questo approccio porta con se. Il cibo è messo al centro di ogni interazione e chiaramente indicato come elemento funzionale alla guarigione di numerosi disturbi, tesi affascinante ma certamente azzardata. Più volte viene sottolineata l'interazione tra stati di malessere (stanchezza, mal di tesata, ecc giusto per citare i più frequenti) e tipo di alimenti consumati, una tesi anche questa abbastanza opinabile e strettamente soggettiva.

Malgrado questo e, ribadiamo, per quanto discutibile la concezione di cibo come cura invece di come prevenzione e aiuto alla guarigione, bisogna riconoscere al libro il merito di mettere in un'ottica corretta il rapporto alimentazione, cibo e buona salute.

Una frase delle pagine introduttive ci è piaciuta in particolare e crediamo serva a far riflettere in profondità il nostro rapporto con il cibo sottolineando in maniera efficace i punti deboli che spesso spingono a uno squilibrio nutritivo precursore di molte disfunzioni:

Parlando di alimentazione, si pensa solo al cibo ingerito quotidianamente, ma tutto ci nutre, ad esempio la lettura, la conservazione, il lavoro, la natura, l'ascolto, la meditazione.

Una frase illuminante e profonda, per quanto sembri affermare cose banali, ma è proprio questo il crocevia che spesso ci porta a nutrirci male, pensare solo al cibo ingerito, vivere solo di questo (quasi sempre inconsciamente) e ignorare tutto il resto.

Ritornando agli aspetti pratici di cucina osserviamo come alcuni consigli tecnici, ad esempio quelli sui tagli, sono poco corretti e funzionali a una buona cottura reale, lasciano anche perplessi le numerose indicazioni sui tempi di cottura eccessivamente lunghi e non giustificabili con esigenze reali, in particolare quando si parla dei cereali.

Sulle verdure, elemento che conosciamo molto bene, si ritrovano poi le tipiche proibizioni della cucina macrobiotica che vede come elementi negativi tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle Solanacee. Una tesi storica smentita dai fatti e che lascia abbastanza perplessi in quanto probabilmente valida per alcuni soggetti, ma non generalizzabile a tutta la popolazione. Privarsi di peperoni, patate, pomodori, ecc. è, dal nostro punto di vista, alquanto discutibile. Ancora una volta si cade nel tranello di demonizzare specifici alimenti (in generale capita spesso anche con specifiche cotture o materiali) che di per se, al contrario, non hanno alcun demerito naturale, anzi. Come sempre è l'uso che si fa di un determinato elemento a generare conseguenze negative, non l'elemento in se.

In ogni caso è un libro che riteniamo valido se non altro per l'ampia riflessione a cui spinge il lettore, un merito non da poco.

Peccato solo per le imprecisioni tecniche e alcune tesi alimentari su cui avremmo preferito maggiore prudenza.

Acquista il libro on-line

Altro in questa categoria: Mangiare vegetariano »

Ultimi articoli

Noci: vero elisir per la pelle

Noci: vero elisir per la pelle

13-06-2020 Mangiare sano

Le noci vantano un lunghissimo elenco di sostanze ...

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

04-06-2020 Spezie

Lo zenzero è una spezia fortemente radicata nella...

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavola

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavo…

27-05-2020 Mangiare sano

Anche se le dinamiche di mercato ci fanno trovare ...

Libri in Primo Piano

Pesce e Verdure

Pesce e Verdure

Agosto 01, 2006

Un'unione gustosa e salutare Descrizione: 28 pes...

100 cibi in conserva

100 cibi in conserva

Agosto 01, 2007

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Questo ...

Prevenire il cancro a tavola

Prevenire il cancro a tavola

Gennaio 01, 2013

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non è ...

Le ricette del mese

Carote con quenelle di zucchine mandorlate al profumo intenso di timo

Carote con quenelle di zucchine mandorla…

14-07-2020 Antipasti

Due colori contrapposti per due ortaggi che portan...

Pomodori ripieni di riso nero al profumo di limone e zucchine in gratin di mandorle e timo

Pomodori ripieni di riso nero al profumo…

08-07-2020 Antipasti

Con il riso nero si possono realizzare anche ottim...

Gnocchetti schiacciati di piselli con salsa rossa, formaggio di macadamia e nigella

Gnocchetti schiacciati di piselli con sa…

05-07-2020 Primi

L'innovazione abbastanza recenti delle farine di l...

banner