Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Sep 28, 2020 Last Updated 12:00 AM, Sep 16, 2021

Le guide di Natura e Salute

Barbara Asprea e Daniela Garavini hanno scritto un testo che vuole fare luce e chiarezza e porre dei punti fermi sulle dinamiche collegate a dieta e perdita di peso mettendo l’accento sulle cose da fare e quelle da non fare a prescindere dal tipo di dieta scelta o consigliata dagli specialisti.

“Come dimagrire” quindi non è un libro che svela formule segrete o rivoluzionarie promettendo cose irrealizzabili, ma più modestamente guida e aiuta le persone con problemi di eccesso di peso ad affrontare con più coscienza e consapevolezza la strada del regime alimentare, strada che è necessario percorrere insieme a altre strade parallele, prima fra tutte l’attività fisica.

Non possiamo che consigliarvi quanto da loro così chiaramente scritto, una lettura che può fare bene e chiarire molte cose anche a chi in teoria non ha necessità di perdere peso, ma vuole essere ben informato sulle scelte alimentari da fare nel quotidiano.

E non pensiate che sia solo un libro di grandi parole e teorie, una corposa parte è dedicata a ricetteadatte ai diversi regimi alimentari.
Di seguito riportiamo il testo che presenta il libro, un modo per capire meglio i contenuti e le caratteristiche presenti nelle oltre 100 pagine.

Come individuare il metodo e la dieta più adatta alle proprie caratteristiche di età, sesso, stile di vita, tipo di alimenti preferiti, peso di partenza. Perché non tutti i tipi di dieta sono ugualmente efficaci, perché occorre tenere conto dei gusti individuali nell’impostare i menu quotidiani, perché nel programma di dimagrimento ci possono essere fasi più decise, e altre più blande.

In tutti i casi il momento più delicato è quello del ritorno a un’alimentazione “normale”, che dovrà essere necessariamente modificata se non si vuole ridare inizio al circolo vizioso. E senza dimenticare che la più grande alleata al mantenimento del peso forma e di un buon rapporto con il cibo è l’attività fisica, da esercitare regolarmente soprattutto quella non strutturata: camminare, salire le scale invece di prendere ascensori e scale mobili, andare in bicicletta, passeggiare all’aria aperta o nei boschi”

Trovate il libro nelle migliori librerie o più comodamente potete ordinarlo qui, ricevendolo comodamente a casa.

Acquista il libro on-line

L'alimentazione naturale da 1 ai 3 anni

Il testo è il naturale proseguimento del precedente volume dedicato ai bimbi appena venuti al mondo e ai loro genitori alle prese con il difficile mondo dello svezzamento, la recensione precedente la potete trovare qui.
Il sottotitolo di questo libro, l'alimentazione naturale da 1 a 3 anni, forse è un po' ambizioso, ma il testo ha al suo interno molti pregi e tra i titoli dedicati al mondo dei bimbi visto con gli occhi di chi deve preparargli il cibo è uno dei più meritevoli.

Per iniziare è molto attento alla stagionalità di frutta e verdura, elemento per nulla scontato nei libri di cucina anche di blasonati autori, poi contiene belle e divertenti foto sia di bimbi, sia di alimenti, sia di ricette cucinate.
I consigli sono sensati e utili così come le indicazioni alimentari generali che consigliamo magari di leggere come utilità anche a qualche adulto particolarmente distratto e bisognoso di re imparare a cibarsi.

Ci sono tabelle interessanti e pratiche sulla preparazione dei legumi in pentola e sui cereali dove oltre alla cottura sono evidenziati correttamente i tempi di ammollo necessari.
Il libro non esita anche ad affrontare temi più scottanti come la questione della presenza della carne nell'alimentazione dei bimbi chiedendo pareri a pediatri e medici. Altro tema affrontato è il ruolo del calcio e dell'assunzione opportuna o meno del latte con l'indicazione alternativa, come assimilazione corretta di calcio, dell'uso delle alghe, alimenti dai molti pregi, ma certamente molto più inusuali all'interno dell'alimentazione dei piccoli.

Il bello di questo volume è che c'è un largo uso di cereali e legumi, per noi alimenti e elementi nutritivi molto conosciuti, ma per molte persone cibi ancora "misteriosi", citiamo come esempio la quinoa, l'amaranto, il miglio, il grano saraceno in chicchi, ecc.
A questi alimenti si somma la presenza oculata di seitan e tofu oltre a un'alta percentuale di verdure, il tutto in un contesto di alimentazione positiva e gioiosa.

Tra i libri dedicati ai bimbi certamente questa è la sua caratteristica migliore e di notevole pregio editoriale e divulgativo.
Per riassumere i contenuti troverete le ricette divise tra primi, secondi, verdure e colazioni, merende e dolci, preparazioni tutte caratterizzate da una buona dose di semplicità, elemento distintivo che rende i piatti alla portata di tutti.

Acquista il libro on-line

Cucina appetitosa per la celiachia

Lo abbiamo letto con interesse, ci sono spunti e indicazioni utili anche per chi in cucina ha già una buona esperienza.
Almeno i 4/5 del libro sono riservati alle ricette e il maggior pregio che abbiamo riscontrato è il largo spazio lasciato a quelle preparazioni che per un celiaco sono in genere il più grosso rimpianto tra tutte le rinunce alimentaria cui deve andare incontro.

Parliamo ad esempio del pane, delle focacce, della pizza , di tanti dolci, torte, pasticcini che in apparenza non possono essere più fatti e consumati e che invece, trovata la soluzione tecnica giusta, sono tranquillamente alla portata anche di chi deve rinunciare a usare la sostanza glutine all’interno della propria dieta.
Un aspetto che consideriamo importante perché una cucina “senza” non è affatto una cucina priva di gusto e soddisfazioni come in tanti pensano.
Anzi paradossalmente spesso il togliere è un elemento di stimolo così forte da spingere a creare soluzioni nuove, buone, attraenti, originali e molto altro.
Tanto che succede tranquillamente che ricette e piatti creati per chi deve rinunciare a una determinata sostanza si rivelano talmente buoni da conquistare anche chi da quella sostanza non ha nulla da temere.

Succede non solo per la celiachia, ma anche per chi deve combattere il diabete e ad esempio rinunciare ai classici dolcificanti, per chi soffre di ipertensione e deve abbandonare il sale, per chi dovendo contrastare il colesterolo alto deve rinunciare o circoscrivere molto determinati grassi.

La celiachia può essere vissuta, quindi, con tanto gusto e soddisfazione e questo è uno dei tanti libri che certificano nei fatti questa considerazione.
Bisogna dire però, ma questo non è un difetto imputabile solo a questo libro, che probabilmente bisogna migliorare ancora la qualità nutrizionale delle ricette.
L’errore più frequente è quelle di non prestare abbastanza attenzione alla qualità e quantità dei grassi usati, ai tipi di cottura prescelti, alle dosi di sale e dolcificanti in generale.
È capibile perché per un celiaco riuscire a ritrovare gusto e passione per il cibo è il primo obbiettivo e già raggiungerlo sembra tanto, ma bisogna andare oltre questo prima tappa del percorso.

Trovate il libro in vendita qui, se invece volete avere un idea dei piatti presenti a questo indirizzo trovate anche una delle ricette presenti nel libro.
Di seguito la presentazione ufficiale.

La diagnosi della celiachia, l'intolleranza al glutine, lascia inizialmente molto disorientati, perché il glutine si nasconde non solo nei cereali, ma anche nei prodotti confezionati, nei condimenti e nei farmaci.
L'attenta lettura dell'elenco degli ingredienti diventa un'esigenza fondamentale. Questo libro propone menu e proposte alimentari senza glutine, ma altrettanto ricche di sapori e colori.

Ricette invitanti per tutta la famiglia
- 80 ricette senza glutine per ogni giorno: gustosi piatti adatti a tutta la famiglia e anche agli ospiti;
- Suggerimenti pratici: risposte alle domande più frequenti per seguire una dieta priva di glutine;
- Guida all'acquisto degli alimenti: vasta rassegna degli alimenti che contengono o possono contenere glutine e dei cibi che invece ne sono sicuramente privi;
- Suggerimenti per mangiare fuori casa: che cosa acquistare e mangiare mentre si è in viaggio, da amici o al ristorante.

Acquista il libro on-line

100 piatti gustosi per il tuo bambino

Abbiamo letto con attenzione e nel complesso apprezzato i due volumi del cucchiaio d'argento dedicati all'alimentazione dei bambini.

Nel secondo volume vengono ribaditi con forza e efficacia concetti importanti espressi nel primo, come il valore della stagionalità, l'uso di alimenti freschi di qualità, l'invito a una cucina semplice ma sana e gustosa, l'importanza di un'alimentazione varia che arrivi a far apprezzare al bambino i piaceri della buona tavola.
Bello anche il riferimento alla "dispensa mediterranea", all'uso dell'acqua come unica bevanda di base, ai concetti di pulizia e igiene, al valore dell'educazione alimentare e del buon esempio degli adulti.
Spesso, infatti, le cattive abitudine dei bimbi non sono altro che lo specchio di quelle dei grandi.

Annotiamo anche positivamente come nelle ricette ci siano le comode indicazioni sugli attrezzi necessari alla preparazione e consigli utili sulle alternative praticabili per sostituire alcuni ingredienti, magari potenziali cause di intolleranze o allergie, approfondimenti sugli ingredienti stessi, consigli di conservazione o riutilizzo.

Infine segnaliamo nel secondo volume la pratica tabella dove viene indicata la stagionalità di ortaggi e frutta, purtroppo con diversi errori. Ad esempio i kiwi vengono indicati come di stagione tutto l'anno cosa molto opinabile visto che in Italia si raccolgono a novembre e sono di stagione per i successivi 2-3 mesi (diversa cosa è che poi ci siano tutto l'anno sul mercato, ovviamente importati dall'estero, brutta pratica estesa a tutta la categoria di frutta e ortaggi).
Molto singolare poi che la stagione delle zucchine venga fatta partire a marzo (????) per poi concludersi a giugno, mentre qualsiasi appassionato di orto sa che la naturale presenza delle zucchine come dei suoi ottimi fiori si estende fino ai primi di settembre.

Speriamo solo che si sia trattato di errori di stampa e che al più presto siano corretti.

Acquista il libro on-line

Fantasie COOLinarie di una fornostar

Un libro scritto da chi vive in prima persona il problema alimentare specifico è sempre un buon libro, nel senso che le attenzioni e la passione per i minimi dettagli che fanno la differenza nel vivere serenamente o meno le difficoltà oggettive nell'adattare lo stile di cucina ai dettami alimentari, spesso comprensibilmente rigidi, sono ai massimi livelli e generalmente attendibili.
L'autrice del libro rivela subito questo aspetto rassicurando il lettore sulla veridicità provata di ricette, piatti, basi, trucchi, espedienti e accorgimenti pratici.

E questo della veridicità non è un elemento secondario perché è risaputo che, purtroppo, diversi testi di cucina (tutta la cucina) in circolazione basano le loro tesi su idee e supposizioni più che su prove effettive.

Un libro di ricette buone quindi, buone per tutti (e non solo per i celiaci!) come sottolinea l'autrice, quanto buone spetta a voi scoprirlo, ma non abbiamo dubbi sul fatto che ci sia stato tanto impegno dietro a ogni singola preparazione.
Ci sono alcune criticità che sarebbe inutile negare, ad esempio una poca corretta proporzione in alcuni dosaggi rispetto alle porzioni indicate e, cosa più rilevante, uno squilibrio nutrizionale a volte troppo preponderante.

Ma su questo è sempre possibile portare le variazioni del caso correggendo dove necessario, ciò che conta è che la visione data di una cucina senza glutine sia la più positiva possibile e soprattutto la più normale possibile perché come succede per tante altre patologie non c'è di peggio che far pesare il problema anche a tavola a chi già lo subisce quotidianamente sulla propria pelle.
La cucina deve essere un collante di utilità sociale in questo senso e non un ennesimo elemento di divisione o esclusione e il libro visionato ne è un buon esempio.

Acquista il libro on-line

Ultimi articoli

Zucca e rosmarino la perfetta coppia

Zucca e rosmarino la perfetta coppia

28-09-2020 Mangiare sano

Zucca e rosmarino sono un accoppiata eccellente in...

Riso integrale: ecco la cottura migliore

Riso integrale: ecco la cottura migliore

22-09-2020 I cereali in cucina

Scopriamo insieme come cuocere il riso integrale i...

Topinambur prossimamente sulle nostre tavole

Topinambur prossimamente sulle nostre ta…

18-09-2020 Mangiare sano

Questo curioso tubero non è un alimento stravagan...

Libri in Primo Piano

A tavola con il Diabete

A tavola con il Diabete

Gennaio 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Dietolo...

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

La Cucina con la Frutta

La Cucina con la Frutta

Maggio 01, 2006

Le guide di Natura e Salute Descrizione: L'impor...

Le ricette del mese

Bastoncini di carote all’olio extravergine di oliva e semi di sesamo tostati

Bastoncini di carote all’olio extraver…

26-09-2020 Antipasti

Nella loro semplicità queste carote al sesamo rap...

Riso integrale alle zucchine, nocciole, basilico e curcuma

Riso integrale alle zucchine, nocciole, …

23-09-2020 Primi

Il riso integrale è uno dei migliori cereali in a...

Peperoni in agrodolce con cipolle rosse al profumo intenso di alloro e pinoli

Peperoni in agrodolce con cipolle rosse …

14-09-2020 Antipasti

Gli ottimi peperoni particolarmente ricchi di vita...

banner