Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 22, 2019 Last Updated 12:02 PM, Feb 19, 2019

Un bel libro, compratelo e consultatelo con calma, ogni tanto sfogliate una pagina, appagate i vostri occhi con i colori, annotatevi qualche buona ricetta da fare adesso, oggi, domani, fra un mese, non importa.

Intanto vi darà rilassatezza e serenità anche per le belle e originali foto frutto di un attento studio e di una scelta di fondo ecologica, ovvero foto con luce naturale, senza usare fonti luminose extra, senza consumare energia.

Tutto il libro ha questa verve ecologista nel senso più bello del termine e regala positività senza avere la presunzione di voler insegnare nulla o dare verità assolute, quelle, le verità, sono da trovare da se e ognuno di noi sicuramente ha le sue.

Il percorso segue le tracce dei colori, si parte dal nero per passare al bianco, giallo, verde e rosso, ad ogni step prima un’analisi di ingredienti basilari figli di quel colore, quindi cereali, dolcificanti, erbe aromatiche fresche, frutta fresca e secca, leguminose, spezie, verdure, alghe e una serie di altri ingredienti raggruppati sotto la voce varie.

foto spaghetti di riso con radicchioDopo un’interessante serie di ricette tese a valorizzare il colore trattato nel capitolo, ma con comuni denominatori dati dalla bontà, salubrità eticità e coerenza ecologica.

In mezzo molti pensieri e riflessioni e forse più di tutto un fascino nostalgico delle buone cose di un tempo, una sensazione amplificata dalla grafica che gioca con foto, colori e qualità stessa della carta,una particolarità che lasciamo scoprire da voi leggendo il lungo percorso che ha portato alla stesura del libro.

Un bel libro, compratelo, garantiamo personalmente la sua validità, almeno se vi interessa la qualità dei contenuti e la certezza che chi lo ha scritto non è una scatola vuota fatta di apparenza e labile notorietà.

A conferma di questo ecco un'immagine di una delle tante ricette presenti.

Di seguito la nota informativa che accompagna il libro, che potete comprare comodamente sul sito

La cucina dei colori è un libro di ricette ma anche un affascinante viaggio all’interno degli effetti della cromoterapia, del gusto, del piacere e della storia del cibo.

Nero, bianco e tutti i colori dell’arcobaleno vengono portati a tavola: 80 ricette proposte dallo chef Nicola Michieletto. Gusto, colore e benessere si fondono ispirandosi alla vita e agli studi di cromoterapia di Daliah Giacoma Sottile.

La luce, il colore, l’amore  per se stessi, l’attenzione per la qualità del cibo e nessun condizionamento calorico sono alla base di questa rivoluzionaria filosofia alimentare adatta anche all’alimentazione dei bambini perché coloratissima.

Il libro è ricco di informazioni e nozioni storiche che ci portano alla scoperta delle origini e tradizioni degli alimenti organici e biologici proposti nelle ricette perché il cibo è cultura, salute e benessere: porteremo a tavola l’arcobaleno, luce e colore nella  nostra alimentazione quotidiana, senza più l’incubo delle calorie.

Acquista il libro on-line

Le guide di Natura e Salute

Parliamo volentieri di questo libro perché lo riteniamo ben scritto e chiaro, ma in particolare perché si sente palpabile la passione che il bravo autore ha messo nel raccontare tutti gli aspetti importanti che sono alla base della preparazione di un buon pane.
Pane che è tutt’ora base della nostra sana alimentazione se non fosse che spesso quello che si compra produce più effetti negativi che positivi e di conseguenza viene additato di colpe che in realtà sono di chi lavora male il prodotto.
Che, invece, di per se mantiene tutta la sua intrinseca validità alimentare.

Il libro ci svela con ricchezza di particolari tutti i segreti e gli aspetti a cui prestare attenzione per produrre con facilità in casa un ottimo pane, le tecniche di panificazione, i tipi di lievito usabili, i meccanismi della lievitazione, la qualità e scelta delle farine, gli accessori, l’impatto nutrizionale e molto altro ancora.
Saggiamente le ricette sono ridotte all’essenziale, siamo, infatti, d’accordo che sia molto più importante acquisire prima la necessaria preparazione e capacità di lavorazione, viene da se che poi basterà basarsi su ricette traccia per creare da se personali e più gratificanti pani autoprodotti.

Pane pasta madreÈ servito molto anche a noi per capire meglio meccanismi che conoscevamo solo parzialmente e migliorare la tecnica di panificazione.
Per altro è un testo da consultare con continuità perché offre numerose opzioni di sperimentazioni di impasti di ogni tipo.
Vivamente consigliato.

Per completare aggiungiamo la didascalia che accompagna il libro.
Qui invece potete trovare il link dove acquistarlo.

I problemi del pane moderno sono noti: farine inadeguate che richiedono l’uso di additivi, lievitazione frettolosa, con il risultato di un prodotto che dura poco, non ha un buon sapore, e per di più ha un indice glicemico elevato. Come rimediare? Da un lato imparando a conoscere come si fa il pane in modo da acquistare il prodotto giusto, dall’altro cominciando a farselo a casa da sé. La prima parte del libro affronta la tecnica di panificazione artigianale, spiegando i differenti metodi e gli indici di qualità, aiutando quindi il lettore a comprendere a fondo i vari procedimenti e le differenze tra i pani in commercio, differenze che stanno soprattutto nelle materie prime utilizzate e nelle tecniche di lievitazione.

Nella seconda parte invece troverete molte ricette per farsi il pane a casa propria, con la macchina del pane o nel forno normale da cucina, dal pane tradizionale, ai grissini, ai pani dolci. Chi già pratica la panificazione casalinga, troverà in questo testo numerosi spunti per approfondire meglio la propria tecnica e per riconoscere e correggere gli errori in cui potrebbe essere incorso

Acquista il libro on-line

Le guide di Natura e Salute

Il volume presentato in questa occasione non è esattamente un libro di cucina, ma riteniamo  possa essere molto interessante per tutti coloro che per qualsiasi motivo vogliono orientarsi all’uso di prodotti naturali (semplicemente i normali prodotti puri che si acquistano tal e quali), per risolvere le mille incombenze che la gestione di una casa comporta.

Ma non è solo una questione di gestione spicciola e di soluzione pratiche da trovare, dietro il libro si nasconde un messaggio chiaro e ammirevole di eco sostenibilità globale.

Una sostenibilità che per quanto possa sembrare poco attinente è proprio dalle piccole e grandi scelte fatte in casa propria che può diventare fulcro di cambiamenti importanti.

Ne parliamo volentieri perché nel libro si racconta del nuovo ruolo che alimenti presenti in una cucina e indirizzati generalmente alla preparazione dei piatti possono svolgere per contribuire alla gestione naturale di una casa.

Come nei due esempi che citiamo tratti dal libro, diciamo un nuovo modo di vedere l’amido e il sale.

Amido: ...a parte l’uso alimentare per addensare, serve anche per le operazioni di pulizia. Aggiunto all’acqua aiuta a mantenere in sospensione le particelle di sporco durante il lavaggio e ad ammorbidire i tessuti. Qualunque amido alimentare (frumento, mais, riso) va bene, purché in polvere. È possibile usare l’acqua di cottura della pasta ricca di amido per lavare i piatti. L’amido si usa anche per inamidare colli e polsini delle camicie durante la stiratura..."

Sale da cucina: ...il sale (cloruro di sodio) è un blando disinfettante poiché crea un ambiente inadatto a molti tipi di batteri. Esercita inoltre un’azione delicatamente abrasiva sulle superfici. Mescolato all’aceto è un ottimo prodotto per la pulizia delle superfici metalliche di diversa natura: piani di acciaio, pentole di rame, vassoi di argento, vasi di ottone, ecc..."

La descrizione dell’uso del sale continua interessante, qui volevamo solo dare una idea dei contenuti del libro che potete trovare comodamente in vendita qui.
Per finire vi lasciamo la presentazione della quarta di copertina che spiega in poche righe ancora meglio il contenuto del libro.

Che cosa possiamo fare in casa nostra, per ridurre l’inquinamento e il consumo di energie e di risorse del pianeta? È l’argomento di questo libro in cui l’ecologia si applica alla gestione quotidiana della casa: dalle pulizie agli accorgimenti per diminuire i consumi idrici ed energetici. Oltretutto consumare meno energia e acqua comporta anche un risparmio economico, senza rinunciare al comfort a cui siamo abituati.

E questo vale per molti altri temi di cui si parla in queste pagine, dal bere l’acqua del rubinetto all’usare i nuovi pannolini lavabili per i bambini. Per una maggiore facilità di lettura, il libro è organizzato per ordine alfabetico dalla A di “Acari” alla Z di “Zerbino”. Alcune voci come quelle sul risparmio energetico e sui rifiuti sono più corpose, altre più essenziali. Al termine del volume vi sono alcune ricette per detersivi e detergenti domestici non inquinanti, a base di ingredienti facilmente reperibili come l’aceto, il bicarbonato o il sapone di Marsiglia.

Acquista il libro on-line

Cucina appetitosa per la celiachia

Lo abbiamo letto con interesse, ci sono spunti e indicazioni utili anche per chi in cucina ha già una buona esperienza.
Almeno i 4/5 del libro sono riservati alle ricette e il maggior pregio che abbiamo riscontrato è il largo spazio lasciato a quelle preparazioni che per un celiaco sono in genere il più grosso rimpianto tra tutte le rinunce alimentaria cui deve andare incontro.

Parliamo ad esempio del pane, delle focacce, della pizza , di tanti dolci, torte, pasticcini che in apparenza non possono essere più fatti e consumati e che invece, trovata la soluzione tecnica giusta, sono tranquillamente alla portata anche di chi deve rinunciare a usare la sostanza glutine all’interno della propria dieta.
Un aspetto che consideriamo importante perché una cucina “senza” non è affatto una cucina priva di gusto e soddisfazioni come in tanti pensano.
Anzi paradossalmente spesso il togliere è un elemento di stimolo così forte da spingere a creare soluzioni nuove, buone, attraenti, originali e molto altro.
Tanto che succede tranquillamente che ricette e piatti creati per chi deve rinunciare a una determinata sostanza si rivelano talmente buoni da conquistare anche chi da quella sostanza non ha nulla da temere.

Succede non solo per la celiachia, ma anche per chi deve combattere il diabete e ad esempio rinunciare ai classici dolcificanti, per chi soffre di ipertensione e deve abbandonare il sale, per chi dovendo contrastare il colesterolo alto deve rinunciare o circoscrivere molto determinati grassi.

La celiachia può essere vissuta, quindi, con tanto gusto e soddisfazione e questo è uno dei tanti libri che certificano nei fatti questa considerazione.
Bisogna dire però, ma questo non è un difetto imputabile solo a questo libro, che probabilmente bisogna migliorare ancora la qualità nutrizionale delle ricette.
L’errore più frequente è quelle di non prestare abbastanza attenzione alla qualità e quantità dei grassi usati, ai tipi di cottura prescelti, alle dosi di sale e dolcificanti in generale.
È capibile perché per un celiaco riuscire a ritrovare gusto e passione per il cibo è il primo obbiettivo e già raggiungerlo sembra tanto, ma bisogna andare oltre questo prima tappa del percorso.

Trovate il libro in vendita qui, se invece volete avere un idea dei piatti presenti a questo indirizzo trovate anche una delle ricette presenti nel libro.
Di seguito la presentazione ufficiale.

La diagnosi della celiachia, l'intolleranza al glutine, lascia inizialmente molto disorientati, perché il glutine si nasconde non solo nei cereali, ma anche nei prodotti confezionati, nei condimenti e nei farmaci.
L'attenta lettura dell'elenco degli ingredienti diventa un'esigenza fondamentale. Questo libro propone menu e proposte alimentari senza glutine, ma altrettanto ricche di sapori e colori.

Ricette invitanti per tutta la famiglia
- 80 ricette senza glutine per ogni giorno: gustosi piatti adatti a tutta la famiglia e anche agli ospiti;
- Suggerimenti pratici: risposte alle domande più frequenti per seguire una dieta priva di glutine;
- Guida all'acquisto degli alimenti: vasta rassegna degli alimenti che contengono o possono contenere glutine e dei cibi che invece ne sono sicuramente privi;
- Suggerimenti per mangiare fuori casa: che cosa acquistare e mangiare mentre si è in viaggio, da amici o al ristorante.

Acquista il libro on-line

Un nuovo, gustoso, salutare modo di nutrirsi

Un buon libro sui cereali, un volume che a suo modo è un classico per chi si occupa di cucina etica e salutistica, come un classico è il suo autore ben conosciuto nell'ambito della corretta e sana alimentazione.
I "Cereali nel piatto" non è tanto un ricettario vero e proprio, ma un bel racconto che illustra con chiarezza e amore per il buon cibo cosa sono i cereali, quale ruolo hanno all'interno della cucina e dell'alimentazione, le loro curiosità, gli intrecci nutritivi, i tantissimi sottoprodotti che li hanno come base essenziale, le trasformazioni a cui possono essere sottoposti.

Ma prima di arrivare al focus vero e proprio sui cereali il libro affronta argomenti di più ampio respiro che riflettono la bella filosofia dell'autore, i principi fondamentali per stare bene, l'etica dell'antispreco, le regole per un consumo consapevole dei cibi, le scelte di qualità e genere per il mantenimento di una buona salute, il ruolo del pasto e le sue implicazioni sui sensi e sulla fisiologia dell'uomo, le componenti nutritive e i generi alimentari.
Potremmo quasi dire che il titolo è forse troppo riduttivo in questo senso e non rende pienamente giustizia ai lodevoli contenuti delle pagine. In ogni caso ciò che ci ricorda chiaramente che sono i cereali l'oggetto del contendere lo troviamo nella seconda parte del libro, dove ben 25 proposte di menu a base di cereali danno un bel valore al lavoro fatto dall'autore.

In conclusione è un libro di riferimento utile e pratico, non a caso arrivato alla quattordicesima ristampa, cosa non da poco.
Per essere pienamente oggettivi bisogna solo rilevare che le ricette presenti andrebbero curate meglio, presumibilmente riviste un poco e attualizzate correggendo alcune descrizioni troppo spartane e imprecise per i non addetti ai lavori. La copertina lascia poi un po' perplessi, forse sarebbe stato meglio rappresentare i cereali in maniera più consona.

Di seguito la nota informativa che accompagna ufficialmente il volume, che potete trovare comodamente in vendita qui.

Grano, segale, riso, orzo, avena, grano saraceno, mais, miglio, farro: nove cereali, tutti saporiti, nutrienti e a buon mercato. Grano significa pane - di tutti i tipi - ma anche cuscus, bulghur, pasta, pizze, pasticci di verdura, focacce. Con gli altri cereali si preparano crêpe di grano saraceno tostato, mais fresco, muesli, tortillas, miglio col formaggio, pane di segale e cento altre cose. I cereali sono ricchi di sostanze nutritive e, contrariamente a quanto si crede, non fanno ingrassare.

È giunto quindi il momento di riscoprirli e di farne la base di un nuovo tipo di dieta. È l’occasione buona per rivalutare le leguminose (legumi secchi), che da sempre si accompagnano ai cereali, e di imparare a conoscere la verdura, spesso più ricca di vitamine della frutta. Preparare velocemente pasti appetitosi, che forniscano al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno, che ci aiutino a prevenire molte malattie e che ci facciano anche risparmiare: sembra incredibile. E invece è possibile, questo libro lo dimostra, svelandoci un nuovo - e al tempo stesso antichissimo - modo di nutrirci.

Acquista il libro on-line

Ultimi articoli

Alimentazione e aumento dei casi di cancro del colon-retto nei giovani Americani

Alimentazione e aumento dei casi di canc…

17-09-2018 Tumori

Negli Stati Uniti il preoccupante aumento della co...

L’evoluzione del percorso per una cucina a crudo

L’evoluzione del percorso per una cuci…

08-09-2018 Cucina e condimenti a Crudo

Proseguendo nel percorso di esplorazione di una st...

La frittura nelle sua veste corretta

La frittura nelle sua veste corretta

06-09-2018 Friggere bene

Con la frittura siamo di fronte alla cottura forse...

Libri in Primo Piano

Naturalmente dolci

Naturalmente dolci

Agosto 29, 2014

Le guide di Natura e Salute Il ruolo dei dolcific...

La Cucina a Crudo - terza edizione

La Cucina a Crudo - terza edizione

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Siamo a...

I dolori Reumatici

I dolori Reumatici

Novembre 01, 2006

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Disturb...

Le ricette del mese

Sformatini di broccoletti con semi di lino, salsina ai pinoli e radicchio rosso trifolato

Sformatini di broccoletti con semi di li…

19-02-2019 Secondi

Ingredienti per 4 persone: 40 g di pinoli messi...

Polpette di cavolo verza con indivia belga e salsa di pomodoro

Polpette di cavolo verza con indivia bel…

16-02-2019 Secondi

Ingredienti per 4 persone: 5-600 g circa di cav...

Clementine in insalata con radicchio rosso, broccoletti, mandorle e emulsione al pepe rosa

Clementine in insalata con radicchio ros…

13-02-2019 Insalate

Ingredienti per 4 persone: 500 g di broccoletti...

banner