Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 18, 2019 Last Updated 10:23 AM, Feb 16, 2019

Individuare più facilmente la presenza di glutine

Pubblicato in Celiachia
Letto 1022 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto

Un nuovo metodo per identificare con una precisione 100 volte maggiore minuscole tracce di glutine.

Celiachia al centro dell'attenzione di una ricerca tutta Italiana mirata a individuare metodi di identificazione super precisi e affidabili in campo scientifico.

Sarà così possibile secondo gli studiosi individuare con certezza il glutine sia negli alimenti che nei farmaci con una capacità di rilevazione 100 volte superiore ai metodi standard, un indubbio vantaggio per chi quotidianamente si deve confrontare con questa problematica e magari è costretto a prendere farmaci per altre patologie.

La tecnica innovativa è stata perfezionata e resa operativa dagli studiosi del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) grazie alla collaborazione tra diversi Istituti: Ottica (Ino), Biochimica delle proteine (Ibp), Scienze dell'alimentazione (Isa), Microelettronica e microsistemi (Imm), Cibernetica (Icib).

Garantirà il riconoscimento del glutine come di altre sostanze con una precisione millimetrica, elemento che per chi soffre di celiachia è estremamente importante perché anche una leggerissima presenza di molecole scatenanti la reazione avversa da parte dell'organismo può portare a pericoli molto gravi.

Presentata e pubblicata sulla rivista Nature Communications deve la sua innovazione scientifica all'utilizzo dell'effetto piroelettrico, in pratica la rilevazione tramite una sorte di scanner speciale di cariche elettriche di segno opposto portatrici di specifiche molecole.

Nel caso delle proteine di gliadina, le sostanze implicate nella reazione al glutine, il nuovo metodo ha una sensibilità di rilevazione pari a 0.005 parti per milione (ppm) rispetto ai 0.3 ppm delle tecniche tradizionali.

È importante ricordare che questo metodo non contempla la diagnosi di celiachia, però potrà consentire di trovare piccole tracce di glutine non solo negli alimenti ma come già riferito anche nei farmaci.

E potrà poi avere altre strategiche applicazioni in campo biomedico, ambientale e alimentare con indubbi vantaggi per tutti.

La celiachia e il nemico glutine

 celiachia foto p

 

La celiachia è una malattia che colpisce quasi una persona su cento, si deduce che facendo una proporzione nella sola Italia i celiaci dovrebbero essere circa 600.000, mentre nelle stime ufficiali ne sono stati diagnosticati solo 100.000. Un elemento anomalo che nasconde una sottovalutazione degli effetti di questa intolleranza in parte giustificabile dalla somiglianza dei sintomi con altre patologie.

 

Ultimi articoli

Alimentazione e aumento dei casi di cancro del colon-retto nei giovani Americani

Alimentazione e aumento dei casi di canc…

17-09-2018 Tumori

Negli Stati Uniti il preoccupante aumento della co...

L’evoluzione del percorso per una cucina a crudo

L’evoluzione del percorso per una cuci…

08-09-2018 Cucina e condimenti a Crudo

Proseguendo nel percorso di esplorazione di una st...

La frittura nelle sua veste corretta

La frittura nelle sua veste corretta

06-09-2018 Friggere bene

Con la frittura siamo di fronte alla cottura forse...

Libri in Primo Piano

Dolci senza glutine

Dolci senza glutine

Aprile 06, 2016

Le guide di Natura e Salute La sorpresa di quanto...

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

Prevenire il cancro a tavola

Prevenire il cancro a tavola

Gennaio 01, 2013

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non è ...

Le ricette del mese

Polpette di cavolo verza con indivia belga e salsa di pomodoro

Polpette di cavolo verza con indivia bel…

16-02-2019 Secondi

Ingredienti per 4 persone: 5-600 g circa di cav...

Clementine in insalata con radicchio rosso, broccoletti, mandorle e emulsione al pepe rosa

Clementine in insalata con radicchio ros…

13-02-2019 Insalate

Ingredienti per 4 persone: 500 g di broccoletti...

Crema densa di lenticchie rosse con tisana di finocchietto e cavolo nero

Crema densa di lenticchie rosse con tisa…

11-02-2019 Minestre e Zuppe

Ingredienti per 4 persone 2 cucchiai di semi di...

banner