Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 06, 2020 Last Updated 7:56 AM, Jul 5, 2020

Il taglio degli alimenti

Pubblicato in Reumatismi
Letto 2026 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto

Il taglio degli alimenti non è solo l'operazione più frequente che si effettua in cucina ma anche un buono spunto per spiegare la corretta posizione del corpo rispetto al lavoro da eseguire.
Fondamentali sono:

  1. la scelta del tagliere, molto grande, spazioso, spesso almeno 1,5 cm, di materiale plastico resistente o buon legno
  2. la scelta del coltello che per i tagli generici (la maggioranza) non deve essere di dimensioni troppo piccole, avere una lama affilata che faciliti il lavoro e che nella parte posteriore sporga di almeno 1 cm dal manico in modo che la mano che afferra l'impugnatura non si trovi nella condizione di toccare il tagliere ostacolando il taglio vero e proprio.

Questo deve avvenire posizionando l'alimento nella parte posteriore della lama, la più tagliente, mentre la punta appoggiata sul piano di lavoro serve da perno su cui imprimere la forza del braccio e muovere il coltello via via lungo l'asse del tagliere fino a tagliare completamente l'alimento.
Durante quest'operazione, in realtà semplicissima, è importante che il corpo rimanga in posizione verticale, ferma e parallela al piano di lavoro evitando di posizionarsi ai lati in maniera più o meno obliqua.

i dolori reumaticiIn pratica si rimane fermi e dritti e con una mano si muove il coltello mentre con l'altra si sposta verso di esso l'ingrediente che man mano diminuisce di dimensioni.

Operando in questo modo su un tavolo proporzionato alla propria altezza si riduce la fatica, ma soprattutto si diminuisce la possibilità di sollecitare in modo sbagliato la muscolatura delle braccia, del busto e della schiena.

Per maggiori informazioni e schede più dettagliate consultare il libro "I dolori Reumatici"

 

Altro in questa categoria: L'ergonomia in cucina »

Ultimi articoli

Noci: vero elisir per la pelle

Noci: vero elisir per la pelle

13-06-2020 Mangiare sano

Le noci vantano un lunghissimo elenco di sostanze ...

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

04-06-2020 Spezie

Lo zenzero è una spezia fortemente radicata nella...

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavola

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavo…

27-05-2020 Mangiare sano

Anche se le dinamiche di mercato ci fanno trovare ...

Libri in Primo Piano

Prevenire il Colesterolo

Prevenire il Colesterolo

Gennaio 01, 2008

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il cole...

Senza Sale

Senza Sale

Marzo 14, 2020

Scoprire vere e proprie emozioni di gusto grazie a...

A tavola con il Diabete

A tavola con il Diabete

Gennaio 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Dietolo...

Le ricette del mese

Gnocchetti schiacciati di piselli con salsa rossa, formaggio di macadamia e nigella

Gnocchetti schiacciati di piselli con sa…

05-07-2020 Primi

L'innovazione abbastanza recenti delle farine di l...

Quinoa, carote e pistacchi con dressing di cannellini in agrodolce

Quinoa, carote e pistacchi con dressing …

30-06-2020 Primi

Pur non essendo un vero cereale la quinoa ormai è...

Ciliegie profumate all’anice stellato con salsa di lamponi, menta e cioccolato bianco

Ciliegie profumate all’anice stellato …

23-06-2020 Dolci e Dessert

Due frutti di origine diversa ma accomunati dalla ...

banner