Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Oct 23, 2019 Last Updated 6:33 AM, Oct 18, 2019

Ingredienti per 4 persone:

  • 2,5 g di lievito di birra,
  • 50 ml circa di acqua,
  • 60 g di farina 0,
  • 140 g di farina integrale,
  • 1 cucchiaio di semi di chia,
  • 2 cucchiai rasi di semi di canapa,
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo,
  • 2 piccole carote,
  • 150 g di cimette di cavolfiore pulite,
  • 150 g di barbabietola cotta,
  • 12 semi di anice,
  • zenzero in polvere,
  • pepe,
  • semi di chia, noci sgusciate e semi di canapa per decorare,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mescolare il lievito nell'acqua tiepida fino a scioglierlo completamente, aggiungere la farina 0 e una volta formata una pastella coprirla e lasciarla riposare per 1 ora fino a quando non triplica circa del volume iniziale.
  2. Mescolare la farina integrale con un pizzico di sale, i semi di chia e quelli di canapa, disporla a fontana, nel mezzo mettere la pastella riposata, unire poco olio e il malto, mescolare fino a ottenere un impasto uniforme e morbido unendo se serve altra acqua, inciderlo con una croce e metterlo in un largo e alto contenitore con coperchio, lasciarlo lievitare per 2 ore circa.
  3. Nel frattempo pulire le carote e tagliarle in piccoli pezzi, lessarle in acqua bollente per 10 minuti abbondanti fino a renderle tenere, scolarle con una schiumarola e nella stessa acqua lessare le cimette di cavolfiore per altri 10 minuti.
  4. Scolare anche il cavolfiore conservando l'acqua di cottura, frullare le carote con i semi di anice macinati fini, un pizzico di sale e 1 cucchiaio di olio, frullare il cavolfiore con un pizzico di zenzero in polvere, poco sale e 1 cucchiaio di olio, frullare la barbabietola sbucciata con 1 cucchiaio di olio, poco sale e una macinata di pepe.
  5. Dividere l'impasto in 12 piccole palline di eguale peso e lasciarle lievitare per altri 30 minuti circa, quindi cuocerle a vapore a calore alto per 20 minuti circa.
  6. Raffreddarle e accompagnarle con la crema di cavolfiore decorata con dei semi di chia, quella di carote con delle noci tritate e quella di barbabietole con dei semi di canapa oliando a piacere.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di farina 0,
  • 40 g di farina di grano saraceno,
  • 40 g di farina di riso,
  • 2 uova,
  • 500 g di rosolaccio dei campi o altra erba selvatica a scelta,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 20 semi di anice,
  • 3-4 rametti di timo fresco,
  • 60 g di mandorle sgusciate,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 150 g di ricotta soda e asciutta,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • paprica rossa,
  • bevanda vegetale all’avena,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Impastare le tre farine disposta a fontana su una spianatoia con le uova, un pizzico di sale e la poca bevanda vegetale sufficiente a formare un composto omogeneo da lasciare riposare per un'ora circa ben coperto da un panno umido.
  2. Mondare con molta cura il rosolaccio eliminando radici, terra e foglie appassite, metterlo in una pentola con poca acqua e lessarlo per almeno 5 minuti.
  3. Quando appassito e pronto scolarlo e lasciarlo intiepidire, quindi strizzarlo in dall’acqua in eccesso e tritarlo grossolanamente.
  4. Sbucciare l’aglio e tritarlo finemente insieme ai semi di anice e al timo sfogliato, metterlo in una padella insieme a 2 cucchiai di olio, rosolarlo velocemente, aggiungere il rosolaccio e lasciarlo insaporire alcuni minuti.
  5. Tostare le mandorle in un pentolino per 5 minuti circa a calore basso mescolandole spesso, raffreddarle e tritarle, raffreddare il rosolaccio e mescolarlo con la ricotta, la metà delle mandorle e la buccia di limone.
  6. Stendere la pasta fresca in sfoglie sottili, porre su ogni sfoglia a distanza regolare un cucchiaino di ripieno, ricoprire con un'altra sfoglia e aiutandosi con un tagliapasta formare dei ravioli quadrati eliminando con cura l'aria interna.
  7. Lessare i ravioli per 3-4 minuti circa in abbondante acqua bollente salata, nel frattempo lavare l’erba cipollina, tagliuzzarla finemente con la forbice, mescolarla con 3 cucchiai abbondanti di olio scaldandolo molto leggermente.
  8. Scolare i ravioli con una schiumarola disponendoli direttamente nei piatti e condirli con l’olio all’erba cipollina e le mandorle rimaste decorando con un pizzico di paprica.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di lenticchie piccole verdi,
  • 2 foglie di alloro fresco
  • 500 g di broccoletti verdi,
  • 3 carote medie,
  • 20-25 semi di anice,
  • 180 g di orzo perlato,
  • 1 cucchiaino circa di curry,
  • 1 cipolla rossa,
  • 1 cucchiaio di foglioline di timo fresco o ½ di secco,
  • 60 g di mandorle tostate,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sciacquare le lenticchie verdi e metterle in una pentola con 1 l circa di acqua fredda, aggiungere le foglie di alloro, portare a ebollizione e a calore molto basso senza aggiungere sale lessarle per 25 minuti circa.
  2. Dividere i broccoletti in piccole cimette, lavarli con cura e lessarli in acqua bollente leggermente salata per soli 5 minuti in modo da tenerli croccanti, scolarli con una schiumarola su un vassoio a raffreddare e conservare l’acqua di cottura.
  3. Pulire le carote e tagliarle in sottili striscioline o a julienne corta, tritare o macinare i semi di anice, metterli in un larga casseruola con 2-3 cucchiai di olio e lasciare insaporire brevemente, aggiungere le carote e lasciarle rosolare per 5 minuti.
  4. Aggiungere l’orzo sciacquato e lasciarlo insaporire alcuni minuti, unire il curry e versare gradualmente l’acqua di cottura dei broccoletti cuocendo l’orzo per 25-30 minuti circa come fosse un risotto.
  5. Sbucciare la cipolla rossa e tritarla grossolanamente, metterla in una padella insieme a 2 cucchiai abbondanti di olio, coprirla e rosolarla per 10 minuti scarsi, aggiungere le lenticchie scolate dall’acqua e il timo, lasciarle insaporire con l’erba aromatica per 10 minuti sempre a fuoco basso.
  6. Tritare o frullare finemente le mandorle tostate e aggiungerle all’orzo pronto lasciandolo della densità di un risotto, metterlo nei piatti con un buco centrale in cui disporre le lenticchie, accompagnare e decorare con le cimette di broccoletti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 220 g di farina integrale,
  • 1 bicchiere circa di latte di soia,
  • 2 piccole carote,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 10 semi di anice,
  • 150 g di fagioli cannellini lessati,
  • 250 g di cicoria,
  • olio extravergine d'oliva,
  • pepe,
  • sale

Preparazione

  1. Impastare la farina con un pizzico di sale, 2 cucchiai d'olio e il solo latte di soia sufficiente a formare un composto morbido, coprirlo e conservarlo al fresco.
  2. Pulire le carote e tagliarle in mezze rondelle, condirle con l’aglio sbucciato tritato finemente con l’anice, poco olio e un pizzico di sale, rosolarle a calore basso per 5 minuti, versare poca acqua e continuare la cottura per altri 10 minuti circa.
  3. Condire i fagioli con poco olio e una macinata abbondante di pepe e rosolarli in una piccola padella per 5 minuti, una volta pronti schiacciarli finemente con una forchetta.
  4. Lavare con molta cura la cicoria eliminando ogni traccia di terra e lessarla per 5 minuti circa in poca acqua bollente, scolarla, lasciarla raffreddare, strizzarla dall'acqua in eccesso e tritarla mescolandola con le carote e i fagioli.
  5. Dividere l’impasto in 8 palline e stenderle sottili in forma di tamponi del diametro di circa 12 cm, rivestire con 4 tamponi degli stampini per crostatine di 8-9 cm circa di diametro (ci sono anche pratici usa e getta in carta da forno) e distribuire dentro il ripieno di verdure.
  6. Coprire con il restante impasto steso sottile rivoltando su di esso i bordi di pasta rimanenti in modo da sigillare bene il tutto, bucare con una forchetta e oliare leggermente, cuocere nel forno caldo a 190 gradi per circa 20-25 minuti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 semi di anice stellato,
  • 1 cucchiaio di miele d’acacia,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 1 piccolo melone estivo,
  • 40 g di mandorle sgusciate e pelate

Preparazione

  1. Portare a ebollizione 5-6 cucchiai di acqua insieme ai semi di anice e a calore basso lasciare sobbollire per 3-4 minuti, spegnere, aggiungere il miele insieme a poca buccia di limone e lasciare in infusione fino a raffreddamento.
  2. Aprire a metà il melone e svuotarlo dai semi interni con un cucchiaio, utilizzando uno scavino (in alternativa un piccolo cucchiaino) realizzare delle semi sfere da mettere in una ciotola.
  3. Aggiungere lo sciroppo profumato all’anice stellato passandolo attraverso un colino, mescolare e lasciare marinare almeno un’ora al fresco, recuperare i semi per la decorazione finale.
  4. Tostare le mandorle in un padellino a calore basso per pochi minuti, raffreddarle e tritarle grossolanamente.
  5. Mettere il melone in piccole coppette insieme al fondo di marinatura, aggiungere le mandorle tritate e la buccia di limone rimasta, decorare con semi di ance stellato.

Ultimi articoli

Ultime statistiche, indicazioni e consigli sulla celiachia

Ultime statistiche, indicazioni e consig…

01-07-2019 Celiachia

Secondo l’ultima relazione messa a punto dal min...

L’umami nei pomodori

L’umami nei pomodori

14-06-2019 Cucina e condimenti a Crudo

Con l’arrivo dei pomodori finalmente di stagione...

L'avocado magico, oltre la polpa le virtù antiinfiammatorie nascoste del seme

L'avocado magico, oltre la polpa le virt…

21-05-2019 Reumatismi

Rimane l'avocado un frutto davvero straordinario p...

Libri in Primo Piano

La Cucina Mediterranea delle Verdure

La Cucina Mediterranea delle Verdure

Maggio 02, 2006

Consigli e ricette di uno chef Descrizione: Nuov...

100 cibi in conserva

100 cibi in conserva

Agosto 01, 2007

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Questo ...

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Ottobre 01, 2016

Le guide di Natura e Salute La riscossa dei cerea...

Invito alla Lettura

Cibo, mente, equilibrio, salute

Cibo, mente, equilibrio, salute

12-02-2015 Invito alla Lettura, i libri consigliati

La reciproca influenza di cibo e mente. È uscito...

Il diabete visto dalla cucina

Il diabete visto dalla cucina

23-09-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Veloci ricette per chi è diabetico Il diabete è...

banner