Ti trovi qui:Home»Salute in Cucina»Ipertensione»Verifica e controllo dei valori della pressione arteriosa

Verifica e controllo dei valori della pressione arteriosa In evidenza

Mercoledì, 09 Gennaio 2013 00:00 Scritto da 
Verifica e controllo dei valori della pressione arteriosa - 3.2 out of 5 based on 6 votes

Il controllo periodico dei valori della pressione arteriosa è la premessa fondamentale per avere consapevolezza e verifica di uno dei parametri base del proprio stato di salute.
Come sottolineto nella pagine del libro:
"La diagnosi di ipertensione arteriosa viene stabilita dal medico dopo aver rilevato i valori della pressione. Il medico tiene conto esclusivamente dei valori che rimangono elevati dopo una fase di riposo e dopo ripetute misurazioni.
È opportuno sottolineare come la pressione arteriosa presenti delle variazioni in funzione di numerose condizioni: postura (in piedi o distesi), riposo o sforzo, momento della giornata, iperemotività o tranquillità, uso di tabacco..."

La misurazione della pressione può avere tre modalità differenti, ognuno con un proprio valore e differente importanza:
Misurazione della pressione arteriosa durante la visita medica: ogni medico deve seguire a questo proposito le più recenti linee-guida per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, stilate dalla Commissione della Società Europea di Ipertensione in cui sono raccomandate alcune modalità per misurare correttamente la pressione arteriosa.

Misurazione della pressione arteriosa a domicilio: l'automisurazione a domicilio della pressione arteriosa è una prassi importante da incoraggiare per verificare la presenza di un'ipertensione instabile e monitorare le variazioni soggettive, importante è che non diventi una prassi ossessiva e eccessivamente ripetuta, ma ancora di più la sua verifica non deve indurre a modificare di propria iniziativa la terapia antipertensiva stabilita.

Misurazione della pressione arteriosa delle 24 ore (Holter pressorio)
Il monitoraggio pressorio delle 24 ore (Holter Pressorio o ABPM) è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio, è molto utile in diverse situazioni come quando i pazienti hanno un'ipertensione arteriosa non costante indipendentemente dal momento orario o anche nei pazienti facilmente emozionabili che alterano inconsapevolmente i loro valori in presenza del medico.

ipertensione-curarla-a-tavola

Per maggiori informazioni e schede più dettagliate consultare il libro "Ipertensione: curarla a tavola"

Vota questo articolo
(6 Voti)
Google Plusfacebooktwitterflickrfeedcontattinewsletter

Il libro consigliato

Ipertensione: curarla a tavola

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruolo del sale da cucina, malgrado le opinioni controverse, sembra che continui a essere uno dei cardini centrali nella lotta all’ipertensione.La graduale limitazione nell’uso giornaliero (non solo di quello aggiunto nei cibi, ma anche di quello pres

media partner

partner-tecnichenuove partner-cucinanaturale partner-aiab partner-corriere-della-sera partner-olioofficina partner-olioofficinaff partner-legambiente partner-festambiente partner-cambiamenu partner-mandacaru

Facebook