Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Feb 22, 2019 Last Updated 12:02 PM, Feb 19, 2019

Cubetti di gelatina dolce al tè verde arlecchino

Cubetti di gelatina dolce al tè verde arlecchino Copyright © Giuseppe Capano
Pubblicato in Dolci e Dessert
Letto 2306 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di zucchero,
  • la punta di un cucchiaino di vaniglia nera in polvere,
  • 1 bustina di tè verde,
  • 1 cucchiaino abbondante di agaragar in polvere,
  • 50 g di pistacchi non salati,
  • 25 g di cioccolato fondente,
  • 25 g di cioccolato bianco,
  • 1 piccola carota

Preparazione

  1. Mescolare ½ l di acqua con lo zucchero e la vaniglia nera, scaldare e portare lentamente quasi a ebollizione, unire la bustina di tè verde e lasciarla in infusione solo per 1-2 minuti in modo da non colorare troppo il liquido, nel frattempo mescolare in un piccolo bicchiere l'agaragar con poca acqua fredda fino a ottenere una cremina senza grumi.
  2. Aggiungere l'agaragar allo sciroppo di vaniglia mescolando con cura e cuocere per altri 2 minuti, trasferire il composto in una vaschetta rettangolare grande circa 15x20 cm in modo da formare uno strato di 1 cm circa di spessore e lasciare gradualmente raffreddare a temperatura ambiente con l'importante accortezza di mescolare frequentemente il liquido con un cucchiaio man mano che arriva a raffreddarsi.
  3. A parte sgusciare i pistacchi e tritarli grossolanamente, pulire la carota e tagliarla in piccoli cubetti, ridurre in sottili scaglie e poi tritare sia il cioccolato bianco che quello fondente (è possibile variare i colori unendo anche cubetti piccoli di barbabietola, bacche di goji tritate, frutta secca, ecc.).
  4. Unire questi piccoli elementi colorati alla gelatina ormai tiepido fredda e addensata, avendola mescolata con frequenza nella parte finale non si sarà solidificata subito in un blocco unico, una volta distribuiti bene coprire la vaschetta e lasciarla rassodare completamente in frigorifero per 2 ore.
  5. Capovolgerla su un tagliere e con un coltello a lama liscia tagliarla in piccoli cubetti da mettere in un vassoio unico o in singoli piattini da dessert.

Ultimi articoli

Alimentazione e aumento dei casi di cancro del colon-retto nei giovani Americani

Alimentazione e aumento dei casi di canc…

17-09-2018 Tumori

Negli Stati Uniti il preoccupante aumento della co...

L’evoluzione del percorso per una cucina a crudo

L’evoluzione del percorso per una cuci…

08-09-2018 Cucina e condimenti a Crudo

Proseguendo nel percorso di esplorazione di una st...

La frittura nelle sua veste corretta

La frittura nelle sua veste corretta

06-09-2018 Friggere bene

Con la frittura siamo di fronte alla cottura forse...

Libri in Primo Piano

Cucina mediterranea senza Glutine

Cucina mediterranea senza Glutine

Ottobre 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: La celi...

La Cucina Mediterranea delle Verdure

La Cucina Mediterranea delle Verdure

Settembre 01, 2003

Consigli e ricette di uno chef Descrizione: Nuov...

Dolci senza glutine

Dolci senza glutine

Aprile 06, 2016

Le guide di Natura e Salute La sorpresa di quanto...

Invito alla Lettura

Metti un celiaco a cena

Metti un celiaco a cena

23-07-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Fantasie COOLinarie di una fornostar Un libro scr...

Un dolcificante rivoluzionario

Un dolcificante rivoluzionario

04-04-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

La stevia, la sua storia, i suoi pregi e gli usi i...

banner