Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jul 13, 2020 Last Updated 9:07 PM, Jul 8, 2020

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di uva bianca,
  • 1 limone,
  • 250 g di fagioli cannellini lessati,
  • 1 piccolo spicchio d’aglio,
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche miste tra menta, basilico, aneto, maggiorana, erba cipollina, ecc,
  • 200 g di scamorza affumicata,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo nero,
  • pepe bianco,
  • olio extra vergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Per prima cosa lavare bene l’uva, sgranarla e asciugatela, dividerla a metà eliminando gli acini interni e bagnarla subito con poche gocce di succo di limone.
  2. Mettere i fagioli cannellini lessati in una ciotola e condirli con uno spicchio di aglio schiacciato, poco olio e pepe macinato al momento, l’aglio poi andrà tolto al momento del consumo lasciando solo il suo profumo.
  3. Tagliare il formaggio in piccoli cubetti, pulire con cura tutte le erbe aromatiche e spezzettarle finemente con le mani o tagliuzzarle con una forbice.
  4. Riunire insieme l’uva, i fagioli e il formaggio, aggiungere le erbe aromatiche miste, poco sale e 2-3 cucchiai di olio, decorare con i semi di sesamo nero, mescolare e portare in tavola.

Con i cereali in chicchi è possibile realizzare anche ottimi secondi piatti vegetariani arricchendo la percentuale di proteine con l’aiuto prezioso dei legumi.

Ne è un gustoso esempio questa ricetta in cui il farro viene prima profumato con porri e funghi per poi incontrare i fagioli cannellini e trasformarsi in invitanti medaglioni vegetali.

Il tutto accompagnato da una rinfrescante insalata a base di finocchi e arance nella pura tradizione della cucina mediterranea.

Ingredienti per 4 persone:

  • 15 g di funghi secchi,
  • 2 porri medi,
  • 1 cucchiaino di timo sfogliato,
  • 250 g di farro perlato lessato (100 g a crudo),
  • 400 g di fagioli cannellini lessati,
  • 1-2 cucchiai di semi di sesamo,
  • 3 finocchi,
  • 80 g di olive nere morbide,
  • 2 arance,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere a bagno i funghi in acqua tiepida per 15 minuti, mondare con cura i porri eliminando la parte verde, lavarli con cura e affettarli, metterli in una padella insieme al timo e 2-3 cucchiai d'olio, salare poco, coprire e rosolare per 10 minuti a calore medio basso, aggiungere il farro e i funghi secchi scolati tagliati a striscioline.
  2. Bagnare con un poco di acqua dei funghi filtrata e cuocere per altri 10 minuti lasciando molto asciutto il fondo di cottura, raffreddare molto bene e frullare prima il farro da solo e poi con i fagioli lessati fino a formare una massa unica compatta e modellabile da regolare di sale raffreddare del tutto.
  3. Formare dei medaglioni rotondi del diametro di 5-6 cm e spessore di 1, adagiarli in una teglia rivestita con carta da forno, spennellarli con poco olio e cospargerli con i semi di sesamo, infornarli per 5 minuti abbondanti a 200 gradi solo poco prima di servirli.
  4. Mondare i finocchi dalle sommità e dalle foglie esterne dure, dividerli a metà, lavarli e affettarli, condirli con poco sale, 1-2 cucchiai di olio, le olive nere snocciolate affettate, la buccia tagliata a julienne e il succo di ½ arancia, accompagnare i medaglioni decorando con il prezzemolo tritato e fettine di arance.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 avocado medio grande o 2 piccoli ben maturi,
  • ½ limone,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 mazzetto ciascuno di timo, maggiorana e basilico,
  • 100 g di formaggio stagionato a scelta,
  • 200 g di pomodorini,
  • 2-300 ml circa di brodo vegetale,
  • 60 g di salmone affumicato (facoltativo e solo se gradito),
  • 1 cucchiai di semi di sesamo nero,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare l’avocado, eliminare il nocciolo e tagliarlo in piccoli pezzi, metterlo in una ciotola e bagnarlo con poco succo di limone, aggiungere l’aglio sbucciato diviso in 3-4 pezzi, poco sale e poco olio, coprire e lasciare insaporire.
  2. Pulire le erbe aromatiche, sfogliarle e tritarle velocemente proteggendole subito con 2 cucchiai di olio, ridurre in sottili scaglie il formaggio stagionato, lavare i pomodorini e dividerli in spicchi.
  3. Togliere l’aglio dall'avocado e frullarlo finemente unendo il brodo vegetale sufficiente a ottenere una salsina verde da profumare con l’olio alle erbe aromatiche.
  4. Lessare gli spaghetti al dente (o altra pasta lunga, meglio se integrale) e condirli con buona parte di salsina all’avocado, distribuirli nei piatti.
  5. Circondarli con i pomodorini a spicchi e le scaglie di formaggio, mettere nel mezzo la salsina di avocado rimasto insieme al salmone (se gradito) ridotti in sottili striscioline e completare con i semi di sesamo nero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 porri medio grandi,
  • 1 peperoncino,
  • 150 g di lenticchie verdi di Altamura lasciate in ammollo per 8 ore (o di altro tipo),
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 300 g di sedano rapa,
  • 1 cucchiaino raso di curcuma in polvere,
  • 250 g di spinaci freschi,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo nero,
  • paprika rossa,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i porri, lavarli e affettarli finemente, metterli insieme al peperoncino tritato in una pentola per zuppe insieme a 2-3 cucchiai d'olio e rosolarli a calore basso e pentola coperta per 10 minuti circa.
  2. Sciacquare le lenticchie e aggiungerle al soffritto di porri, far insaporire 5 minuti mescolando bene, bagnare con 1 l abbondante di acqua calda e cuocere per circa 40 minuti.
  3. Nel frattempo preparare lo zenzero, sbucciare il sedano rapa e tagliarlo a cubetti, metterlo in una casseruola con lo zenzero, la curcuma, 2 bicchieri di acqua, poco sale, poco pepe e 1 cucchiaio di olio, cuocerlo per 20 minuti circa e una volta pronto frullarlo trasformandolo in una crema gialla profumata.
  4. Negli ultimi 5 minuti di cottura aggiungere gli spinaci lavati alle lenticchie, frullare finemente il tutto correggendo la densità della crema, trasferire nelle fondine, aggiungere la crema gialla a macchie, decorare con i semi di sesamo nero e la paprika.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g circa (in base al tipo di raccolto e agli scarti) di getti apicali di luppolo selvatico,
  • 2 grandi zucchine,
  • 1 cipolla rossa,
  • 200 g di ceci lessati,
  • 1 cucchiaino di curry dolce o piccante a scelta,
  • semi di sesamo nero,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare e lavare con molta cura i getti apicali del luppolo selvatico conservando solo i primi 10-12 cm circa, metterli in pentola con poca acqua e lessarli per circa 5 minuti in base al volume, in alternativa cuocerli a vapore, una volta pronti scolarli e raffreddarli.
  2. Lavare le zucchine e tagliarle in sottili fettine per il lungo, oliarle leggermente e scottarla 1 minuto per lato in una padella sistemandole su un vassoio.
  3. Sbucciare la cipolla rossa e tritarla grossolanamente, metterla in una casseruola con 2-3 cucchiai di olio e rosolarla coperta per 5-10 minuti circa.
  4. Aggiungere i ceci lessati e il curry, lasciare insaporire per 5 minuti, unire il brodo e cuocere per 10 minuti, infine frullare il tutto regolando con altro brodo per avere una densità da crema e con il curry per speziare meglio il sapore finale.
  5. Raccogliere in piccoli mazzetti il luppolo cotto e avvolgerlo con delle fettine di zucchine, adagiare in una teglia e scaldare nel forno a 180 gradi per 5 minuti.
  6. Stendere la crema di ceci calda nei piatti in una striscia unica, adagiarvi sopra gli involtini di zucchine e decorare con i semi di sesamo nero.

Ultimi articoli

Noci: vero elisir per la pelle

Noci: vero elisir per la pelle

13-06-2020 Mangiare sano

Le noci vantano un lunghissimo elenco di sostanze ...

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

Lo zenzero, il ginger degli inglesi

04-06-2020 Spezie

Lo zenzero è una spezia fortemente radicata nella...

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavola

Ravanelli, la croccante sorpresa in tavo…

27-05-2020 Mangiare sano

Anche se le dinamiche di mercato ci fanno trovare ...

Libri in Primo Piano

Ipertensione: curarla a tavola

Ipertensione: curarla a tavola

Aprile 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruol...

La cucina a basso indice glicemico

La cucina a basso indice glicemico

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Cosa significa seguir...

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Ottobre 01, 2016

Le guide di Natura e Salute La riscossa dei cerea...

Invito alla Lettura

La nuova biologia della salute

La nuova biologia della salute

22-09-2012 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Riconquista il controllo della tua salute e della ...

La saggezza del secondo cervello

La saggezza del secondo cervello

28-11-2016 Invito alla Lettura, i libri consigliati

I due cervelli strettamente collegati con l'alimen...

banner