Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Jan 23, 2021 Last Updated 12:00 AM, Sep 16, 2021

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 ml di latte di mandorle più altri 50-100 ml per la salsa,
  • 1 cucchiaio raso di caffè solubile,
  • 2 uova intere e 2 tuorli,
  • 4 cucchiai di zucchero,
  • 1 cucchiaio colmo di farina di riso,
  • 1 cucchiaio di cacao amaro,
  • 50 g di mandorle sgusciate,
  • 40 g di cioccolato bianco

Con quel meraviglioso frutto autunnale che è la castagna si possono realizzare delle squisite combinazioni dolci in cui concentrare molte delle sostanze preziose che contiene e soddisfare appieno il palato.

La capacità delle castagne di essere frutto gustoso, aggregante naturale grazie all’amido e polpa polivalente che dal croccante e consistente può passare al morbido e vellutato offre tante e buone soluzioni anche nei dessert.

Come si vede in questa ottima ricetta di una mousse che si avvale dell’apporto del latte di mandorle, di una panna vegetale e del rafforzamento della consistenza soffice oltre che del profumo grazie all’ottimo olio extravergine d’oliva utilizzato e in parte alla cannella per presentarsi alla fine in una gustosa veste più equilibrata e sana rispetto alle versioni classiche e tradizionali!

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di castagne fresche,
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero,
  • 50-100 ml di latte di mandorle ad alta percentuale del frutto (almeno 6-8%),
  • 100 g di panna di soia da montare o altro tipo vegetale,
  • ½ melagrana,
  • cannella in polvere,
  • olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Lavare con cura le castagne, inciderle leggermente sulla buccia, metterle in una pentola e coprirle d’acqua, portarle a ebollizione e lessarle per 20-25 minuti circa in base alla grandezza.
  2. Una volta pronte trasferirle in acqua fredda lasciandole immerse e una alla volta sbucciarle e pelarle mettendo la polpa in un bicchiere alto da frullatore.
  3. Frullarla con 3-4 cucchiai di olio d’oliva, lo sciroppo d’acero e il latte di mandorle sufficiente a ottenere una soffice crema abbastanza soda profumandola con della cannella in polvere da dosare secondo i propri gusti.
  4. Montare la panna di soia o altra panna vegetale, mescolarla delicatamente alla base di castagne, trasferirla in una sacca da pasticceria e spremerla in piattini da dessert, decorare con la melagrana sgranata e una spolverata di cannella in polvere.

Malgrado le apparenze siamo di fronte a un ottima proposta per la prima colazione, non ci sono uova e latticini diciamo a rendere impegnativo il dolce e la salsa cappuccino è in perfetta sintonia.

Non sfigura per nulla neanche a fine pasto, la porzione circoscritta, la profumata cremina al caffè e la leggerezza complessiva sono un lascia passare anche dopo portate più impegnative!

Ma sicuramente l’aspetto più interessante è l'utilizzo dell’olio extravergine di oliva come unico grasso di composizione, il consiglio è di non temere di utilizzare oli dal carattere mediamente forte, si armonizzano molto bene con tutto il resto e anzi la loro potenza sensoriale fa sentire meno l’esigenza di abbondare con i grassi, un bellissimo vantaggio dell’olio di qualità!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 30 g Farina 0,
  • 40 g Farina integrale,
  • 60 g farina di riso,
  • 1 cucchiaino di buccia d’arancia grattugiata,
  • 50 g Zucchero di canna,
  • 300 ml di latte di mandorla,
  • ½ bustina di lievito per dolci,
  • 100 ml di caffè espresso ristretto,
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave,
  • 15 g di maizena (circa 1 cucchiaio),
  • caffè in polvere,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. In una grande ciotola mescolare insieme la farina integrale con la farina 0 e la farina di riso setacciati, aggiungere un pizzico di sale, la buccia di arancia e lo zucchero di canna.
  2. Diluire gradualmente gli ingredienti secchi con 200 ml di latte di mandorle mescolando con una frusta e profumare unendo 2 cucchiai d’olio d’oliva, in ultimo incorporare il lievito setacciato.
  3. Trasferire in una tortiera quadrata da 18x18 cm circa rivestita con carta da forno, cuocere per 20-25 minuti circa a 170 gradi, lo spessore finale del dolce deve essere di circa 1 cm abbondante, una volta pronto lasciarlo raffreddare completamente.
  4. Nel frattempo mettere in una piccola pentola il caffè e lo sciroppo d’agave iniziando a scaldarlo lentamente, diluire e stemperare la maizena con il latte di mandorle rimasto, aggiungere il tutto al caffè e portare lentamente a ebollizione formando una cremina da coprire e far raffreddare.
  5. Tagliare il dolce in quattro piccole tortine quadrate e metterlo nei piatti, mescolare la salsa cappuccino con 1 cucchiaio abbondante di olio d’oliva e se troppo densa diluirla con un poco di latte di mandorle, coprire con la salsina le tortine e decorare con il caffè in polvere.

Mousse di castagne al latte di mandorle, olio extravergine d'oliva Nocellara Messinese di Azienda Agricola Doria e cannella  

Penne al riso nero con olio di basilico e crema di carote slide1L'armonia complessiva e piacevole di questo olio non mette per nulla in secondo piano i profumi di olive verdi, in parte pomodoro e la dolcezza aromatica di frutti come la pera.

In bocca colpiscono subito le note erbacee tendenzialmente amare come quelle della rucola che persistono senza essere mai invadenti e prevalenti confondendosi piacevolmente con alcuni sentori di spezie.

In questa delicata e semplice mousse questo ottimo olio ha aiutato in maniera decisiva ad armonizzare meglio gli amidi tipici delle castagne, i suoi aromi e la consistenza a volte disomogenea dei frutti cotti, in alleanza troviamo poi il delicato latte di mandorle e il minimo possibile di panna scelta in una versione vegetale per rimanere in tema del frutto principale.

Risultato indovinato e enfatizzato proprio dall'olio utilizzato per l'occasione!

 

L'Azienda

Penne al riso nero con olio di basilico e crema di carote slide4

L'azienda Agricola Doria che si estende su circa 130 ettari nella Piana di Sibari in Calabria è suddivisa fra la coltivazione degli uliveti e diverse cultivar di frutta e agrumi insieme alla semina a rotazione di grani e foraggi.

a produzione di eccellenza vede in primo piano l'olio extravergine di oliva derivato unicamente dagli ulivi aziendali coltivati in regime di agricoltura biologica da cui nasce una linea di altissima qualità contrassegnata da alcune selezionate etichette di olio extravergine e tre ottimi oli aromatizzati.

Gli oli extravergini sono: Monocultivar Nocellara Messinese, 'A Catananna (Monocultivar Nocellara Etnea), Zizia (Monocultivar Carolea), Il Guerriero (Monocultivar Cipressino), L'Altra (Monocultivar Roggianella), Lei (Monocultivar Grossa di Cassano), Sud (Blend dal fruttato medio-intenso), Sole (Blend dal fruttato medio).

La scelta di essere presente con diverse etichette, alcune delle quali con edizione estremamente limitata, nasce dal desiderio di offrire al cliente colto ed esigente la possibilità di avere il miglior abbinamento olio cibo.

Le monocultivar selezionate coprono l'intera gamma del fruttato, dal medio leggero all'intenso e offrono l'opportunità di percepire l'ampio ventaglio delle caratteristiche organolettiche dei migliori oli di qualità.

La linea degli aromatizzati nasce, invece, dal desiderio di esprimere e racchiudere le unicità e le eccellenze del territorio locale e prevede tre etichette in esclusiva: Celio condimento che nasce dalla fusione tra l'olio monocultivar Nocellara Messinese e i cedri della varietà Liscia Diamante, Otto condimento insolito a base di olio extravergine monocultivar Nocellara Messinese e frutti di bergamotto, Liò profumato condimento, nato dalla molitura contemporanea delle olive della cultivar Nocellara Messinese e dei limoni del territorio.

Sito internet: www.agricoladoriasrl.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La ricetta

Penne al riso nero con olio di basilico e crema di carote 970x600Mousse di castagne al latte di mandorle, olio e cannella

Lavare con cura le castagne, inciderle leggermente sulla buccia, metterle in una pentola e coprirle d’acqua, portarle a ebollizione e lessarle per 20-25 minuti circa in base alla grandezza.

Una volta pronte trasferirle in acqua fredda lasciandole immerse e una alla volta sbucciarle e.......

Leggi la ricetta

Ingredienti per 4 persone:

  • 130 g di succo e semi di passion fruit,
  • 2-3 cucchiai di marmellata di mandarini,
  • 300 ml di latte di mandorle non zuccherato,
  • 40 g di kuzu

Ultimi articoli

Secondi vegetali per le feste, bontà e salute in cucina!

Secondi vegetali per le feste, bontà e …

23-12-2020 Alimentazione

Una bella, sana e gustosa mini selezione di sei se...

Olio extravergine d'oliva Poldo Monovarietale di Picholine - campagna 2018-2019

Olio extravergine d'oliva Poldo Monovari…

22-12-2020 Olio di Oliva

Torta di cioccolato, olio extravergine d'oliva Pol...

Olio extravergine d'oliva Poldo Monovarietale di Raggia - campagna 2018-2019

Olio extravergine d'oliva Poldo Monovari…

21-12-2020 Olio di Oliva

Coppette d’uva in salsa di pere all'olio extrave...

Libri in Primo Piano

A tavola con il Diabete

A tavola con il Diabete

Gennaio 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Dietolo...

La Cucina Mediterranea delle Verdure

La Cucina Mediterranea delle Verdure

Maggio 02, 2006

Consigli e ricette di uno chef Descrizione: Nuov...

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Chicchi nuovi e antichi in cucina

Ottobre 01, 2016

Le guide di Natura e Salute La riscossa dei cerea...

Invito alla Lettura

Yoga e dieta

Yoga e dieta

01-02-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Come ha avuto modo di...

Vivere meglio e più a lungo

Vivere meglio e più a lungo

21-12-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Gli straordinari benefici delle sostanze antiossid...

banner