Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Oct 05, 2022 Last Updated 6:35 AM, Oct 4, 2022

Per stare bene consumate soprattutto proteine vegetali

Pubblicato in Alimentazione
Letto 871 volte
Vota questo articolo
(8 Voti)

Fare attenzione alla tipologia di proteine consumate può metterci al riparo da conseguenze anche molto serie sulla salute, lo ribadisce questa analisi che mette in risalto l’importanza di scegliere prevalentemente proteine vegetali.

La questione delle proteine è molto importante nella nostra alimentazione, sono una fonte imprescindibile per una buona salute e la piena efficienza di tutti gli organi funzionali.

Della loro esigenza e presenza nella dieta quindi non si discute, il problema nasce quando le proteine derivano quasi esclusivamente da fonti animali che in effetti nel loro complesso sono quelle più ricche e spesso le uniche per le comuni conoscenze di una vasta parte della popolazione.

L’impatto negativo delle proteine animali usate in maniera squilibrata e abbondante è noto da tempo e sono molte le raccomandazioni che vengono lanciate su una loro riduzione.

Non si tratta di diminuirle o addirittura eliminarle ovviamente quanto saperle sostituire con fonti alternative che sono rappresentate dalla più sane e meno impattanti proteine vegetali.

Dei danni notevoli e anche drammatici di un consumo eccessivo di proteine si è approfondito in una vasta analisi che ha coinvolto un numero elevatissimo di uomini e donne scelti in maniera omogenea per quanto riguarda le abitudini alimentari, l’utilizzo o meno di integratori alimentari, vizi quali il fumo o l’uso di bevande alcoliche, il consumo di frutta e verdure, la presenza di patologie come il diabete o l’ipertensione, lo stato di salute complessivo e così via.

L’indicazione principale che è scaturita porta a considerare come la semplice e fattibile da tutti sostituzione del solo 3 % di calorie o energia derivanti dalle proteine animali con quelle vegetali ha un riscontro preciso con i decessi complessivi.

Il tasso di mortalità generale si è dimostrato essere inferiore del 10 % sia negli uomini che nelle donne, mentre quello cardiovascolare del 11 % negli uomini e del 12 % nelle donne.

Ricordiamo per praticità e utilità che sono moltissime le fonti vegetali di proteine e che combinandole saggiamente fra loro possono coprire gran parte delle esigenze funzionali dell’organismo senza ricorrere a quelle animali che dovrebbero essere viste più che altro come integrazione di completamento a quelle vegetali e non il contrario come avviene ora.

Eccone alcune tra le tante a iniziare dai semi oleosi come quelli di zucca, di lino e di chia; la frutta secca in guscio come mandorle, anacardi, pistacchi e noci; i legumi quali ceci, fagioli, arachidi e derivati, lenticchie, piselli e soia; verdure come spinaci e broccoletti; i tipici derivati dalla soia come tofu e tempeh; cereali come quinoa, riso integrale, farro e orzo; sostanze parallele ad alta densità di proteine come la spirulina.

Ultimi articoli

Carpacci, il piacere di consumare gli alimenti a crudo

Carpacci, il piacere di consumare gli al…

22-09-2022 Alimentazione

Le caratteristiche salienti di una preparazione ch...

Risi lunghi e profumati: cottura, consigli e ricette

Risi lunghi e profumati: cottura, consig…

17-09-2022 I cereali in cucina

Le tipologie di riso presenti al mondo sono davver...

Un abito per il cibo tra gusto, croccantezza e sorpresa

Un abito per il cibo tra gusto, croccant…

09-09-2022 Alimentazione

Possiamo cucinare il cibo nudo e crudo prendendo a...

Libri in Primo Piano

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo mangiato

Dove va il cibo? Dopo che lo abbiamo man…

Maggio 01, 2003

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Non ci ...

A tavola con il Diabete

A tavola con il Diabete

Gennaio 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Dietolo...

Ipertensione: curarla a tavola

Ipertensione: curarla a tavola

Aprile 01, 2009

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il ruol...

Le ricette del mese

Funghi e riso rosso con crema verde di cavolo romanesco alla fontina

Funghi e riso rosso con crema verde di c…

04-10-2022 Primi

In questa buona combinazione tra riso rosso e fung...

Pere sciroppate con zucchero mascobado, anice stellato e alloro

Pere sciroppate con zucchero mascobado, …

03-10-2022 Conserve e Salse

Un altro modo di apprezzare le pere portandole a u...

Polpettine di polenta con funghi e salsa di lenticchie rosse

Polpettine di polenta con funghi e salsa…

29-09-2022 Secondi

Trasformare e far evolvere la comune polenta in pr...

Invito alla Lettura

Viva, viva le verdure

Viva, viva le verdure

15-10-2013 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un buon libro per avvicinare con intelligenza il b...

La salute degli occhi passa anche attraverso il cibo consumato

La salute degli occhi passa anche attrav…

09-07-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Vista, salute e qualità nutrizionale preventiva d...

banner