Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Dec 02, 2022 Last Updated 8:39 PM, Nov 29, 2022

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di riso basmati,
  • 2 foglie di alloro,
  • 3-4 zucchine,
  • 20 pomodorini,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • maggiorana secca,
  • gomasio (facoltativo),
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Torniamo con questa ricetta a elogiare la cottura migliore in assoluto e che come purtroppo molti ignorano può essere utilizzata per qualsiasi preparazione con eccellenti risultati anche nei dolci come ha dimostrato lo Chef Giuseppe Capano nel suo libro “Vapore&Sapore”!

In questo caso grazie alle poliedriche zucchine abbinate al migliore formaggio fresco che è possibile utilizzare in cucina, la ricotta, si riescono a realizzare degli ottimi sformati lievemente piccanti e deliziosamente profumati di limone poi cotti appunto a vapore invece di ricorrere al classico passaggio nel forno.

Una volta in tavola vengono poi ricoperti con una semplice salsina profumata all’erba cipollina ultimando con il tocco dei pomodorini e dei semi di papavero.

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 zucchine medie,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 manciata di foglie di prezzemolo,
  • 1 piccolo peperoncino,
  • 400 g di ricotta fresca,
  • 30-40 ml di latte,
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata,
  • 4 uova,
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 12 pomodorini,
  • pochi semi di papavero,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare bene le zucchine e tagliarle in cubetti, tritare finemente insieme l’aglio, il prezzemolo e il peperoncino, condire le zucchine, unire 2 cucchiai abbondanti di olio e un pizzico di sale.
  2. Disporle in una padella, coprirle e a calore medio basso trifolarle per 10 minuti circa lasciandole in seguito raffreddare.
  3. Nel frattempo prelevare 2 cucchiai di ricotta e con una frusta stemperarla con poco latte formando una salsina da profumare con l’erba cipollina e 1 cucchiaio dolio d’oliva, coprirla e lasciarla profumare al caldo.
  4. Frullare inizialmente le zucchine da sole e formata una base cremosa unire la ricotta rimasta continuando a frullare brevemente, trasferire in una ciotola e aggiungere le uova, il formaggio e la buccia di limone grattugiata.
  5. Oliare leggermente 4 stampini da forno, e riempirli con il composto, adagiare in un cestello per la cottura a vapore o uno strumento apposito e cuocere per 25-30 minuti circa.
  6. Lasciare consolidare gli stampini a temperatura ambiente per 10 minuti, sformare i flan disponendoli su 4 piatti piani, accompagnarli con la salsina all'erba cipollina, i pomodorini tagliati in cubetti o spicchi e i semi di papavero.

Nell’ottica di valorizzare sempre al meglio quell’ottimo ortaggio presente solo pochi mesi primaverili all’anno, gli agretti, ecco un altro gustoso esempio dai colori che ci riportano al nostro paese e alla sua storia che in aprile vive un momento di ricordo speciale contro tirannie e soprusi.

Una ricetta molto attenta all’equilibrio nutrizionale mantenendo ugualmente una grande soddisfazione organolettica finale, i cipollotti ad esempio sono cotti con poco olio usando la tecnica del cartoccio e poi sono la base per trasformare i piselli in una cremosa salsa.

Il colore rosso arriva, invece, da buoni pomodorini, la croccantezza viene dalla presenza delle nocciole, mentre la maggiorana porta i suoi gradevoli profumi che si fondano con l’ottimo olio extravergine d’oliva usato e che deve sempre essere di ottima qualità!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 cipollotti freschi,
  • 1 cucchiaino raso di maggiorana secca,
  • 300 g di barba di frate,
  • 30 g di nocciole sgusciate e tostate,
  • 200 g di piselli sgusciati,
  • 280 g di spaghetti,
  • 12 pomodorini a ciliegia,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mondare i cipollotti conservando gran parte del verde, lavarli con cura e affettarli, condirli con 2 cucchiai di olio, 1 pizzico di sale e la maggiorana, metterli al centro di un foglio di carta da forno e chiuderli a cartoccio, cuocerli nel forno caldo a 170 gradi per 15-20 minuti circa.
  2. Nel frattempo mondare la barba di frate eliminando le radici e conservando il lunghi e sottili fili verdi, lavarli con cura (eventualmente lasciarli immersi in acqua per 15-20 minuti in modo che depositino l’eventuale terra in più) e scottarli per 5 minuti circa in abbondante acqua bollente.
  3. Scolare la verdura con una schiumarola, intiepidirla e condirla con le nocciole frullate finemente, un pizzico di sale e 1 cucchiaio abbondante di olio, nell'acqua di cottura della barba di frate lessare i piselli per 5-10 minuti fino a renderli teneri, scolarli con una schiumarola e sempre nella stessa acqua lessare gli spaghetti al dente.
  4. Frullare finemente i cipollotti cotti al cartoccio con i piselli e l'acqua di cottura della pasta sufficiente a ottenere una verde salsina, scolare gli spaghetti non troppo asciutti e condirli con la salsina di piselli e la barba di frate alle nocciole, distribuire nei piatti e decorare con i pomodorini tagliati in piccoli spicchi.

Ancora una volta in una ricetta ritroviamo il bell’intreccio di alcune erbe aromatiche che si uniscono per “fare squadra” come spesso si usa dire oggi e arrivare a un ottimo risultato finale!

Basilico, menta e prezzemolo sono l’unione profumata che porta all’esaltazione massima dei restanti ingredienti per un gradevolissimo tortino che in base alle dosi può essere un invitante antipasto apri pista ad altre piacevoli proposte o un strutturato secondo vegetariano.

Gli altri protagonisti non sono da meno però, una ricotta di alta qualità, dei buoni pomodori freschi, le stagionali zucchine verdi, l’aromatico aglio, la profumata buccia di limone e un olio extravergine di oliva di alta qualità!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzetto di menta fresca,
  • 400 g di ricotta fresca di pecora,
  • 60 g di pecorino grattugiato,
  • 3 uova,
  • 200 g di pomodorini,
  • 1 grande mazzo di basilico fresco,
  • 3 zucchine medie,
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato,
  • ½ cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 3 spicchi d'aglio,
  • pepe,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare e asciugare la menta, tritarla velocemente e mescolarla con 1 cucchiaio abbondante di olio, mescolare la ricotta frullata o meglio passata al setaccio con il pecorino, l'olio alla menta, i tuorli delle uova e un pizzico di sale.
  2. Aggiungere gli albumi rimasti montati a neve, mescolare delicatamente e versare in stampini leggermente oliati e infarinati, versare sulla superficie un filo d'olio e cuocere nel forno caldo a 160 gradi per 25-30 minuti circa.
  3. Nel frattempo lavare i pomodorini e tagliarli a fette, lavare e sfogliare il basilico, sbucciare la metà dell'aglio, tritarlo e rosolarlo velocemente in una padella con poco olio, aggiungere i pomodorini, salare e cuocere per soli 5 minuti a calore alto unendo in ultimo il basilico spezzettato.
  4. Lavare bene le zucchine e tagliarle a dadini, sbucciare l'aglio rimasto, tritarlo e rosolarlo brevemente insieme a un filo di olio, aggiungere le zucchine, salare, coprire e cuocere per circa 10 minuti, infine unire una macinata di pepe, il prezzemolo e la buccia di limone.
  5. Passare al setaccio i pomodorini in modo da raccogliere solo il succo, sformare i tortini alla menta al centro dei piatti, irrorarli con la salsina di pomodoro e circondarli con le zucchine al limone decorando a piacere o con una rosa di pomodoro.

Gli gnocchi di patate sono un classico che si è sempre prestato a molte varianti creative, in questo caso ci si è voluti cimentare con un esercizio difficile abbinando la preparazione al comune sedano verde in due declinazioni diverse.

Un aiuto decisivo per la riuscita del piatto è arrivato dall’ottimo olio che ha magnificamente accompagnato la ricetta nei suoi passaggi decisivi con il tocco esclusivo delle sapide e penetranti olive nere essiccate della varietà Taggiasca, le stesse dell'olio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 700 g di patate a pasta bianca,
  • 400 g circa di sedano con abbondanti foglie,
  • 1 cipolla bianca media,
  • 1 cucchiaino di foglioline di timo fresco,
  • 300 g di pomodorini,
  • 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata,
  • 40 g di mandorle sgusciate e pelate,
  • 200 g di farina tipo 1,
  • 15 g di olive Taggiasca essiccate,
  • olio extravergine d'oliva Monocultivar Taggiasca Musicale,
  • sale

Preparazione

  1. Sbucciare e lavare le patate, tagliarle in 4 spicchi e disporle in un cestello per la cottura a vapore, cuocerle per 15-20 minuti circa fino a renderle tenere.
  2. Nel frattempo staccare le foglie del sedano e tenerle da parte, lavare tutti i gambi con cura e con un coltello tagliarli in cubetti molto piccoli.
  3. Sbucciare e tritare la cipolla mettendola in una casseruola con 4 cucchiai di olio Monocultivar Taggiasca e il timo fresco, coprirla e a calore molto basso lasciarla brasare per 10 minuti abbondanti, aggiungere il sedano a cubetti, salare, coprire e continuare la cottura a fuoco sempre molto basso per circa 20-25 minuti versando solo se strettamente necessario poca acqua.
  4. Lavare i pomodori, dividerli a metà, svuotarli da polpa e semi interni e tagliarli in cubetti simili al sedano, unirli al ragù insieme alla buccia di limone e continuare la cottura per altri 5 minuti.
  5. Tostare le mandorle in una piccola padella per 5 minuti circa a calore basso e raffreddarle, lavare le foglie di sedano e asciugarle, frullarle finemente insieme alle mandorle, ridurre le patate in purea su una spianatoia, aggiungere il trito di sedano, un pizzico di sale e la farina, impastare velocemente gli ingredienti senza lavorarli a lungo.
  6. Dividere la pasta in piccoli pezzi, arrotolarli con le mani formando dei rotoli simili a salsicce, tagliarli in cubetti lunghi 1 cm circa e infarinarli leggermente, lessarli in abbondante acqua bollente salata fino a che non ritornano a galla, scolarli con una schiumarola adagiandoli nei piatti e condirli con il ragù di sedano unendo in ultimo le olive essiccate frantumate in briciole.

Ultimi articoli

Pera Abate, bontà e creatività in cucina

Pera Abate, bontà e creatività in cuci…

23-11-2022 Mangiare sano

  Conosciamo meglio una delle varietà di pe...

Ridurre i rischi di diabete mangiando meno carboidrati

Ridurre i rischi di diabete mangiando me…

15-11-2022 Diabete

È una regola conosciuta da tempo e che ancora un ...

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti la cui forma a dito ha dato origine al nome

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti l…

08-11-2022 Mangiare sano

Sembra infatti che il nome derivi in origine dal t...

Libri in Primo Piano

La Cucina Mediterranea delle Verdure

La Cucina Mediterranea delle Verdure

Maggio 02, 2006

Consigli e ricette di uno chef Descrizione: Nuov...

Da grande farò lo chef

Da grande farò lo chef

Settembre 09, 2022

Un bella avventura tra fornelli e ricette che piac...

Cucina mediterranea senza Glutine

Cucina mediterranea senza Glutine

Ottobre 01, 2010

Le guide di Natura e Salute Descrizione: La celi...

Invito alla Lettura

Come dimagrire

Come dimagrire

24-09-2011 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le guide di Natura e Salute Barbara Asprea e Dani...

Prodotti naturali, conoscere per fare

Prodotti naturali, conoscere per fare

17-09-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Mangiare con gusto e far da se.  Un altro ot...

banner