Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Nov 27, 2022 Last Updated 10:20 PM, Nov 24, 2022

Grazie al magnifico poker di erbe aromatiche composto da menta, erba cipollina, basilico e timo si è riusciti a creare una combinazione sapida così potente da poter rinunciare con gusto e piacere alla presenza del classico sodio da cucina facendo rientrare di diritto questa ricetta nel libro “Senza Sale”.

Protagoniste sono le melanzane nella splendida varietà violetta Prosperosa che se avete l’occasione vi consigliamo di provare e scoprire ritrovando un ortaggio di altissimo livello in termini di piacere e consistenza.

Insieme ci sono le ottime cipolle rosse ancora meglio se di Tropea o similari in modo da cogliere una buona dolcezza di fondo, mentre il pepe di sichuan regala quel pizzico di piccante agrumato unico (anche se è molto riduttivo descriverlo solo così), in mancanza provate a sostituirlo con altro buon pepe nero unendo un pizzico di buccia di limone o arancia grattugiata!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane possibilmente della varietà tonda violetta Prosperosa,
  • 4 cipolle rosse medio grandi,
  • 1 mazzetto di menta,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 1 mazzetto di basilico,
  • 1 mazzetto di timo,
  • pepe di sichuan,
  • pane integrale senza sale, anche in versione senza glutine,
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Tagliare le melanzane in fette lunghe spesse circa ½ cm, sbucciare le cipolle rosse e tagliarle in fette alte un po’ meno di un centimetro.
  2. Grigliare entrambe le verdure su una piastra calda alcuni minuti per lato, trasferirle in un vassoio e lasciarle raffreddare.
  3. Nel frattempo pulire con cura tutte le erbe aromatiche e se necessario sfogliarle dai rametti, riunirle insieme e tritarle il più velocemente possibile, mescolarle subito con 4 cucchiai di olio.
  4. Tagliarle in striscioline le fette di melanzane grigliate e aprire le fette di cipolla formando degli anelli naturali, condire le verdure con l’olio aromatico alle erbe e una macinata lieve di pepe di sichuan (dosarlo con attenzione in base al proprio gusto personale, in alternativa usare un buon pepe nero).
  5. Mescolare ripetutamente, coprire e lasciare marinare per almeno 4 ore al fresco, servire e degustare freddo o accompagnare con buon pane integrale senza sale eventualmente leggermente tostato (eventualmente anche in versione senza glutine per chi soffre di celiachia).
Celebriamo e raccontiamo brevemente in questo articolo le glorie di gusto e sapore delle ottime melanzane che arricchiscono molti piatti della cucina regionale Italiana e di come con la scelta di alcuni strategici alleati vegetali stagionali si possono rendere più leggeri e ugualmente gradevoli piatti e ricette preparati ai fornelli!!!

Le melanzane rappresentano uno degli ortaggi estivi per eccellenza e rientrano in moltissime preparazioni della cucina regionale Italiana e in particolare dove crescono in maniera più prosperosa e abbondante come nel sud del paese.

In questi ambiti geografici, come Calabria e Sicilia senza per questo far torto a tutte le altre, la melanzana è usata per ogni sorta di piatto forte di un tradizione culinaria popolare di lunga data.

La morbidezza della polpa e il bel colore della buccia (ricchissima di sostanze potente e benefiche e per questo da non sprecare mai in particolare se l’ortaggio è coltivato da se o di derivazione biologica) sono pregi facilmente sfruttabili in ogni situazione.

Ma è indubbio che il punto debole della polpa è la sua natura spugnosa che assorbe con molta facilità i grassi utilizzati in cottura e che poi rilascia inevitabilmente a fine preparazione con tutte le conseguenze del caso e non solo nutrizionali, anche alla vista ad esempio trovarsi un piatto con eccessivo olio in evidenza non è particolarmente gradevole.

I rimedi possono essere di diverso tipo anche se per molti le preparazioni della tradizione fortemente radicate nel tempo e negli usi rivendicano con determinazione la loro fisionomia di origine rimanendo indifferenti alle moderne considerazioni nutrizionali e di salute.

Come dicevamo però i rimedi interessanti e vantaggiosi senza intaccare più di tanto la valenza delle melanzane ci sono e si tratta solo di conoscerli meglio.

Il primo in assoluto è quello di trovare alleati vegetali che al contrario della melanzana non solo non hanno una struttura spugnosa che assorbe facilmente i grassi, ma rilasciano in cottura buone quantità di liquidi che aiutano a circoscrivere la quantità di condimento da dover usare.

Se ad esempio nel preparare delle melanzane a cubetti in padella si mescolano con dei peperoni rossi o gialli tagliati nello stesso modo e si copre il tutto con un coperchio adatto la quantità di olio da utilizzare può essere circoscritta tranquillamente a pochi cucchiai.

Questo perché i succhi interni del peperone favoriranno la cottura impedendo alle melanzane di asciugarsi troppo e attaccarsi al fondo della padella.

Un effetto ancora maggiore si ha con i pomodori freschi che arricchiscono anche di una sapidità speciale gli ortaggi che accompagnano grazie al naturale contenuto di umami limitando così anche la presenza del sale altro elemento critico nel quadro di un alimentazione attenta e corretta.

In parte questo effetto viene rilasciato anche dalle zucchine, mentre verdure a foglie come l’ottima scarola rischiano di rilasciare anche fin troppi liquidi andando a influenzare un po’ troppo la qualità organolettica delle melanzane in cottura rischiando un effetto simil lessatura.

Quale sia l'alleato vegetale delle melanzane scelto per accompagnarle possiamo poi arricchire la semplice preparazione da abbondanti foglie di menta fresca, basilico o erba cipollina, olive nere e verdi, capperi o qualche filetto di acciuga conservata spezzettata creando un magnifico piatto di ortaggi adatto a tanti scopi diversi!

Tra le tante gustose preparazioni che si possono realizzare con le melanzane gli involtini sono forse i più utilizzati o per lo meno di sicuro i più scenografici e adatti a molti abbinamenti diversi e stuzzicanti.

In questa versione li abbiamo arricchiti dal punto di vista proteico, oltre che di gusto, con gli ottimi ceci abbinati alle stagionali zucchine profumando intensamente il tutto con il mediterraneo origano!

A completare sia dal punto di vista estetico che di accompagnamento perfetto ecco la presenza di due salse dal colore opposto, verde e rosso, in un insieme di profumi e aromi da grande piatto delle feste!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane di tipo lungo,
  • 2 zucchine medie,
  • 200 g di ceci lessati,
  • 1 cucchiaino raso di buccia di limone grattugiata,
  • 150 g di pomodorini,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • origano secco,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le melanzane, asciugarle, tagliarle per il lungo in fette spesse 2-3 mm e grigliarle man mano su una piastra calda 2 minuti circa per lato lasciandole in seguito raffreddare.
  2. Lavare le zucchine, tagliarle in piccoli cubetti e cuocerle a vapore per 5 minuti abbondanti, scolarle, mescolarne la metà con i ceci, condire con 2 cucchiaio d'olio, poco sale e un pizzico di origano, saltare in padella a calore medio per altri 5 minuti e raffreddare.
  3. Scegliere le 12 fette di melanzane più belle e tritare finemente le altre, frullare finemente ceci, zucchine e melanzane tritate profumando con un altro poco di origano, spalmare la farcia sulle fettine di melanzane e richiuderle a involtino disponendole in un piatto.
  4. Frullare le restanti zucchine con la buccia del limone, poco sale e olio versando la loro acqua di cottura sufficiente a ottenere una profumata salsina verde.
  5. Lavare e tagliare i pomodorini in spicchi, sbucciare e tritare l’aglio tritato, rosolarlo velocemente in una padella con poco olio, aggiungere i pomodorini, salare, coprire e a calore molto alto cuocerli per meno di 5 minuti, infine passarli attraverso un colino in modo da raccogliere l’essenza in un ciotola.
  6. A piacere scaldare o lasciare a temperatura ambiente gli involtini, ricoprire i piatti per metà con la salsina di zucchine e per metà con quella di pomodorini, adagiarvi nel mezzo gli involtini e decorare a piacere.

Le melanzane sono regine dell’estate soprattutto nei paesi del sud Italia dove crescono varietà eccellenti che vengono abbinate in mille modi diversi con ricette anche molto famose come la parmigiana di melanzane.

Le applicazioni sono spesso veramente geniali e una delle più replicate sono gli involtini di melanzane che vengono farcite spesso con carne e pesce con alcuni eccellenti varianti a base di altri ortaggi di stagione come in questa versione elaborata dallo Chef Giuseppe Capano.

Una cottura estremamente attenta con pochi grassi, i particolari pomodori piccadilly a fare da ripieno, una veloce salsina a base di ricotta, una semplicità di accostamenti e quindi una ricetta da non perdere!!!

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane medie,
  • 1 cucchiaino raso di maggiorana secca,
  • 6 grossi e lunghi pomodorini piccadilly,
  • 1 mazzetto di erba cipollina,
  • 75 g di ricotta fresca
  • 75 ml di latte,
  • 120 g circa di provola fresca,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare con cura le melanzane e tagliarle a fette per il lungo con uno spessore massimo di 3-4 mm, preriscaldare il forno a 190 gradi.
  2. Frullare finemente o mescolare molto a lungo 3 cucchiai di buon olio extravergine d’oliva, 4-5 cucchiai di acqua, la maggiorana e un pizzico di sale, spennellare da ambo i lati le melanzane stendendole in una teglia rivestita con carta da forno, far colare sopra l’eventuale emulsione rimasta e cuocere per 10-15 minuti circa.
  3. Nel frattempo tagliare i pomodori a metà salandoli lievemente, lavare l’erba cipollina, tagliuzzarla finemente e mescolarla con la ricotta allungata con il latte mescolando fino a formare una fluida salsina.
  4. Lasciare raffreddare le fette di melanzane scegliendo le 12 più belle e grandi (affettare e mettere in una insalata mista le restanti), avvolgere un mezzo pomodoro in ogni fetta di melanzana, avvolgerla e fermarla con uno stuzzicadenti.
  5. Tagliare a fettine molto sottili la provola fresca e formare una sorta di vela su ogni involtino di melanzane, irrorare il tutto con la fluida salsina di ricotta e completare con filini di altra erba cipollina.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane varietà Black beauty,
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata,
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato,
  • 1 limone,
  • 2-3 cucchiai di semi misti (girasole, sesamo, lino, zucca),
  • 12 pomodorini,
  • ½ cespo di insalata gentile o canasta,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Lavare le melanzane, tagliarle in fette per il lungo e scottarle 2-3 per volta in acqua bollente per 1 minuto tenendolo immerse completamente con una schiumarola, scolarle, lasciarle raffreddare e strizzarle con le mani per eliminare più acqua possibile.
  2. Preparare l'erba cipollina e lo zenzero, mescolarli in una ciotolina con il succo del limone, un pizzico di sale e 2 cucchiai d'olio, tagliare le melanzane in piccoli filetti e condirle con la salsina lasciandole marinare brevemente.
  3. Tostare in un pentolino a calor basso per pochi minuti i semi misti, lavare i pomodorini e tagliarli a spicchi, lavare l'insalata, asciugarla e affettarla finemente.
  4. Mettere nel mezzo dei piatti le melanzane allo zenzero e circondarle con i pomodorini a spicchi e l'insalata a fettine, cospargere con i semi tostati e servire versando a piacere un altro poco d'olio.

Ultimi articoli

Pera Abate, bontà e creatività in cucina

Pera Abate, bontà e creatività in cuci…

23-11-2022 Mangiare sano

  Conosciamo meglio una delle varietà di pe...

Ridurre i rischi di diabete mangiando meno carboidrati

Ridurre i rischi di diabete mangiando me…

15-11-2022 Diabete

È una regola conosciuta da tempo e che ancora un ...

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti la cui forma a dito ha dato origine al nome

Datteri: i preziosi e nutrienti frutti l…

08-11-2022 Mangiare sano

Sembra infatti che il nome derivi in origine dal t...

Libri in Primo Piano

Cucina a Vapore

Cucina a Vapore

Ottobre 01, 2012

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Possiam...

La cucina a basso indice glicemico

La cucina a basso indice glicemico

Aprile 04, 2018

Le guide di Natura e Salute Cosa significa seguir...

Prevenire il Colesterolo

Prevenire il Colesterolo

Gennaio 01, 2008

Le guide di Natura e Salute Descrizione: Il cole...

Invito alla Lettura

Un libro pieno d'amore, per l'olio

Un libro pieno d'amore, per l'olio

03-05-2015 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Un prezioso e imperdibile testo per tutti gli aman...

Buone, belle e naturali

Buone, belle e naturali

02-08-2014 Invito alla Lettura, i libri consigliati

Le preziose ricette di Cucina Naturale.  &nbs...

banner